/ Cronaca

Cronaca | 31 ottobre 2018, 11:21

Ubriachi in treno già di prima mattina, danno di matto e creano guai

VITA DA PENDOLARI... UNA FATICA. NECESSARIO L'INTERVENTO DELLA POLFER PER FAR SCENDERE QUATTRO PERSONE CHE NON AVEVANO NEMMENO IL BIGLIETTO

Ubriachi in treno già di prima mattina, danno di matto e creano guai

Ubriachi già di prima mattina, si rifiutano di scendere dal convoglio quando il capotreno accerta che sono privi di biglietto. E, con il parapiglia causato all'interno del treno, contribuiscono ad appesantire ulteriormente la già difficile vita dei pendolari.

L'ennesimo disservizio, per chi ogni giorno deve utilizzare i convogli di Trenitalia, si è verificato alle 7 di mattina di due giorni fa.

Alla stazione di Vercelli l'altoparlante annuncia che il regionale veloce 2003 è in arrivo al binario 1 anziché al 3 all'ultimo. I pendolari che si trovano già sulla banchina si spostano in massa e salgono tutti sul treno nel frattempo arrivato in stazione con un lieve ritardo. Intanto arriva anche il treno successivo, che si ferma e riparte in orario. Quello su cui erano saliti i pendolari, invece, resta fermo al binario perché, annuncia l'altoparlante, si dovrà attendere l'intervento della Polfer per problemi di ordine pubblico e del 118 per il malessere di un passeggero.

I pendolari sono esterrefatti e infuriati: scendono di corsa e si accalcano per salire sul treno seguente, spostandosi nuovamente di binario.

A chiarire cosa fosse successo a bordo de convoglio fermo su binario 1 è uno dei passeggeri, testimone dell'accaduto. Quattro persone di colore, evidentemente ubriache, avevano cominciato a dare in escandescenze quando la capotreno ha intimato loro di scendere, poiché erano sprovvisti biglietto. Volano sputi, insulti e minacce all'indirizzo dei viaggiatori e del personale, finché non intervengono tre militari presenti trai viggatori e viene poi chiesto l'ausilio della Polfer. Ne frattempo, uno dei quattro, forse per le conseguenze di quanto assunto, problabilmente alcol, inizia a vomitare e poi si sente male.

Un inizio di giornata decisamente storto...

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore