/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 21 settembre 2018, 12:00

Piste ciclabili, Forza Italia torna all'attacco: "Così non sono sicure"

TRE INTERROGAZIONI RELATIVE A VIALE VOLTA - VIALE TORRICELLI, ATTRAVERSAMENTI E VIALE GARIBALDI

Piste ciclabili, Forza Italia torna all'attacco: "Così non sono sicure"

Piste ciclabili e sicurezza: Forza Italia torna all'attacco.

Sono ben tre le interrogazioni che il gruppo di Forza Italia ha protocollato nella giornata di venerdì in materia di piste ciclabili e sicurezza.

"Si tratta di un tema che  tocca la sensibilità di molte persone, sia utenti che non, per questo chiediamo che si affronti l'argomento con maggiore razionalità e soprattutto maggiore tutela dell'incolumità dei cittadini - spiega il coordinatore cittadino, Antonio Prencipe -. Non si può pensare che limitarsi a disegnare delle linee a terra possa mettere a tacere la propria coscienza ambientale. È importante avere un quadro organico più razionale della viabilità cittadina, facendo in modo che il tutto sia maggiormente armonizzato. Piste ciclabili si ma occhio ai rischi".

In particolare, la richiesta principale è quella di ripensare la pista di viale Volta e viale Torricelli, spostandola nel tratto centrale del viale medesimo.

"Oggi con le nuove linee disegnate a terra dall'amministrazione si è stretta pericolosamente la carreggiata - sostiene Prencipe -: se si pensa che in quella importante arteria cittadina, transitano numerosi mezzi pesanti, i rischi che corrono i ciclisti sono molto alti. Riteniamo quindi che, al pari di altri viali, ad esempio corso Italia, si possa spostare appunto sul vialetto centrale"

Nella seconda interrogazione, invece, viene chiesto di intervenire nel disegnare anche i punti di attraversamento e congiunzione laddove sono mancanti.

Infine nella terza interrogazione, si torna a parlare di viale Garibaldi, dove, vista la quotidiana affluenza di persone e la presenza dei dehors, Forza Italia chiede una maggiore vigilanza "Con la presenza di un vigile urbano, almeno nelle ore di punta - conclude Prencipe - riteniamo possa essere rispettata la giusta viabilità: con i ciclisti da un lato e i pedoni che possano tranquillamente percorrere la parte centrale senza rischi".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore