/ Politica

Politica | giovedì 20 settembre 2018, 12:30

Tramani (Lega): "Niente piagnistei sul Piano Periferie"

REPLICA A BOBBA E GAIETTA: ABBIAMO SISTEMATO UN PASTICCIO COMBINATO PROPRIO DAL PD

Paolo Tiramani, Lega Salvini Premier

Paolo Tiramani, Lega Salvini Premier

Riceviamo e pubblichiamo.

Bobba non faccia il finto tonto: su Vercelli e i tagli alle periferie ci risparmi almeno i suoi piagnistei e lamentele per un pasticcio combinato peraltro proprio dal suo Pd, che aveva promesso agli enti locali soldi pur sapendo di non poterli spendere. E questo l'ex sottosegretario lo sa benissimo visto che la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il comma della Legge finanziaria del 2016 che prevedeva fondi per la seconda parte dei comuni finanziati (sentenza n. 74 del 2018).

Quello del Pd  era solo uno spot elettorale rifilato agli enti locali - Vercelli compresa - nella speranza di rastrellare qualche voto. Per rimediare a questa presa in giro e sulla base della sentenza della Corte Costituzionale, sono stati liberati 2 miliardi di euro (prima bloccati dal Pd con l’assurda austerity imposta dalla Legge di bilancio) con un emendamento al Decreto Milleproroghe votato all'unanimità: quindi - udite udite - anche dallo stesso Pd per salvare evidentemente la faccia.

Grazie a noi, tornerà ad esserci possibilità di spesa per tutti i Comuni che hanno saputo ben amministrare, non solo per quelli del bando, i quali comunque avranno coperture per i primi impegni presi e anche per altre opere. Allo stesso tempo si tiene viva la graduatoria del bando periferie spostandone il finanziamento al 2020, per trovare risorse reali e spendibili e non inesistenti, con cui realizzarlo legalmente. Ma questo Bobba lo ignora.

Paolo Tiramani (Lega)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore