/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | domenica 09 settembre 2018, 20:28

Cavalletto e tavolozza... dipingo Vercelli

PRIMA EDIZIONE DELL'ESTERMPORANEA PROMOSSA DALL'ASSOCIAZIONE FUTURARTE

Curiosità e interesse per la prima edizione del concorso di pittura estemporanea "Con i pennelli in giro per Vercelli " organizzata dall'Associazione Artistica Futurarte col suo presidente Franco Ferragatta e gli instancabili collaboratori Valerio Bonadonna e Andrea Meli.

Numerosi gli artisti che hanno aderito alla manifestazione, provenienti per la maggior parte da fuori città, che, con cavalletto tavolozza e pennelli si sono sparpagliati per la città alla ricerca di angoli suggestivi e vedute insolite che stimolassero la loro creatività. Uno spettacolo insolito che ha attratto numerosi estimatori e curiosi che hanno seguito con interesse la realizzazione delle opere intrattenendosi in molti casi con gli artisti per conoscere meglio loro e il loro lavoro.

Arduo il compito della giuria, composta da esperti, critici d'arte, pittori e giornalisti, che, riuniti nelle sale del Caffè Cavour – che insieme al negozio di belle arti Rosso Smeraldo e la casa d'Aste Meeting Art hanno offerto i premi consistenti in buoni acquisto e sponsorizzato la manifestazione con il patrocinio del Comune di Vercelli, hanno dovuto stilare una classifica delle opere.

Ad aggiudicarsi il primo premio il pittore vigenavese Giovanni Bossi, artista di talento e dotato di grandi capacità tecniche che ha dipinto una accattivante composizione di vedute cittadine arricchite da interventi grafici dinamicamente assemblati a comporre un'opera moderna e di notevole impatto visivo. Premiate anche le opere di Ennio Cobelli, che ha presenato un antico cascinale rilesso nelle risaie caratterizzato dai volumi decisi e dai colori contrastanti e Livio Dorliguzzi che ha interpretato in chiave impressionistica, con l'utilizzo di tinte morbide e sfumate, una veduta di Piazza Pajetta. Una mezione particolare per Lidia Acquavivva, per la raffinatezza stilistica e cromatica della sua veduta cittadina (premio pennello d'oro della giuria) e Paola Renzetti per un suggestivo scorcio di piazza dei pesci dai colori tenui e poetici.

Segnalate dalla giuria anche le opere di Roberta Benossi, una interpretazione ispirata all'arte naif della celebre fontana del Lucca, di Fausto Croci che ha analizzato con pennelate vigorose e tinte prevalentemente scure l'archeologia industrale dell'ormai dismesso stabilimento Montefifibre e infine per l'opera di impronta schiettamente astratta di Francesca Federico.

Simpatia e tenerezza per la ragazzina, di appena 9 anni – subito adottata quale mascotte della manifestazione - che, con passione impegno, si è cimentata nella realizzazione di una piccola opera, ben decisa a seguire le orme della mamma – artista in concorso - sulla strada dell'arte.

Alla premiazione era presente il Sindaco di Vercelli, Maura Forte, che si è complimentata con gli artisti per la valenza artistica delle opere e con gli organizzatori per la buona riuscita dell'evento che ha richiamato numerosi appassionati ed estimatori provenienti anche da fuori città, contribuendo a rafforzare e consolidare Vercelli nel suo ruolo di Città d'Arte.

"Una scommessa vinta" - ha affermato il presidente dell'associazione Futurarte - un successo che ha premiato un impegno corale per superare difficoltà e scetticismi e che ci fa ben sperare per il futuro". Appuntamento per tutti, quindi, alla prossima edizione.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore