/ Cronaca

Cronaca | 15 agosto 2018, 17:00

Sei piemontesi tra le vittime del ponte Morandi

SALE A 39 IL NUMERO DELLE VITTIME ACCERTATE. MA CI SONO ANCORA FERITI GRAVI E DISPERSI

Sei piemontesi tra le vittime del ponte Morandi

E' salito ufficialmente a 39 il numero delle vittime del crollo del ponte Morandi, sull'autostrada che attraversa Genova. Tra i morti ci sono anche diverse persone residenti in Piemonte. Dodici persone risultano essere ferite in modo grave, mentre, sotto le macerie, possono esserci ancora dei dispersi.

Marta Danisi, 29 anni, infermiera originaria di Sant’Agata di Militello, lavorava all’ospedale di Alessandria. E' morta mentre si trovava in viaggio con il fidanzato, medico all'ospedale di Firenze.

Di Arquata Scrivia, provincia di Alessandria, erano Alessandro Robotti, 50 anni e la moglie, Giovanna Bottaro, di 43, che stavano rientravano dal mare a Varigotti. 

L''intera comunità di Pinerolo, invece, è sconvolta per la morte di un'intera famiglia. Quando il ponte è crollato Manuele Bellasio, 16 anni, di Pinerolo, si trovava in auto insieme alla sorella Camilla, quattro anni più giovane, la mamma Claudia Possetti, 48, e il compagno di quest’ultima Andrea Vittone, 49, originario di Venaria Reale.

I vigili del fuoco hanno recuperato il corpo del ragazzo e del resto della famiglia alle prime luci di mercoledì mattina. Manuele era una giovane promessa della mountain bike e faceva parte dell’associazione sportiva ciclistica “Brike Bike” di Bricherasio.

"Abbiamo appena appreso che nella tragedia di Genova il nostro giovane atleta Manuele Bellasio risulta essere tra le vittime insieme alla sua famiglia - si legge nella pagina Facebook dell’associazione -. Tutto il team si stringe attorno ai famigliari per questa ingiusta perdita. Ciao Manu buone pedalate tra le nuvole”.

dal nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore