/ Salute

Salute | mercoledì 08 agosto 2018, 17:39

L'estate delle zanzare tigri

AUMENTANO, CAUSA IL CALDO ECCESSIVO - TRATTAMENTI PERIODICI DEL COMUNE - ALCUNI CONSIGLI

Zanzara tigre (foto Pixabay)

Zanzara tigre (foto Pixabay)

Riceviamo e pubblichiamo.

Le attività di  contrasto allo sviluppo della zanzara tigre nel territorio urbano di Vercelli viene effettuata con il trattamento periodico (cadenzato in 25 giorni), delle caditoie stradali e dei tombini. Il formulato larvicida utilizzato è a base di diflubenzuron. Trattamenti adulticidI  con formulati a base di piretro di sintesi miscelati a prodotti naturali a base di aglio (Alliun sativum).

Nelle aree periferiche dove si rileva una vasta presenza di orti, viene effettuata attività di sensibilizzazione affinché i conduttori degli orti contribuiscano alla lotta con semplici accorgimenti come svuotare le piccole raccolte d’acqua o coprire con una rete zanzariera i bidoni utilizzati per raccogliere acqua piovana. Trattamenti dei bidoni orticoli con formulati  biologici a base di Bacilus thuringiensis

“La popolazione di zanzara tigre nell'anno 2017 – precisa Marciano Huancahuari, referente tecnico scientifico IPLA per il Comune di Vercelli -  è stata ridotta di circa il 40% rispetto al 2016. Nel presente anno 2018 dai rilievi finora effettuati si è riscontrata un incremento rispetto agli anni precedenti. L’incremento delle popolazioni di zanzara tigre è dovuto all’ aumento della temperatura, che ha attivato molti focolai di zanzara, presenti in ogni raccolta d’acqua sia nell’ambito pubblico che privato. Con l'incremento di popolazione di zanzare tigre, dovuto alle alte temperature,  sono stati  intensificati anche i trattamenti sia con larvicidi sia con adulticidi”. 

“Il caldo eccessivo ha portato ad un naturale incremento anche delle zanzare di risaia (Culex pipiens) , ma grazie all’intensificarsi dei trattamenti, ad oggi, i valori si mantengono nei livelli di norma o addirittura sotto soglia. Mi sento di tranquillizzare la popolazione – dice il Sindaco Maura Forte – e di invitare i cittadini a seguire quegli accorgimenti indicati.



Questi gli indicatori delle catture medie:

2016 (85 individui/ovitrappola)
2017 ( 50 individui/ovitrappola)
2018 (120 individui/ovitrappola)


REDAZ

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore