/ Politica

Politica | mercoledì 08 agosto 2018, 19:01

A rischio i fondi del Piano Periferie (per Vercelli sono in ballo 7,6 milioni di euro)

ANCI PIEMONTE CHIEDE AL GOVERNO CHIARIMENTI SULL'EMENDAMENTO CHE RINVIA AL 2020 L'EROGAZIONE DEI FONDI DESTINATI AI PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA (MOLTI DEI QUALI SONO GIA' STATI AVVIATI). ECCO I PROGETTI PER LA CITTA'

A rischio i fondi del Piano Periferie (per Vercelli sono in ballo 7,6 milioni di euro)

“L'emendamento al decreto milleproroghe che sospende le convenzioni del Bando Periferie fino al 2020 ci preoccupa molto, perché rimette in discussione gli impegni assunti e un percorso ampiamente concertato con gli enti locali. Ci sono Comuni che hanno già investito nelle progettazioni, altri che hanno avviato le gare d’appalto e addirittura alcuni che stanno già realizzando le opere. Sarebbe una scelta giuridicamente discutibile che, se confermata, darebbe luogo inevitabilmente a tanti contenziosi”. Il presidente di Anci Piemonte, Alberto Avetta, lancia un altolà al Governo sul congelamento dei fondi per la rigenerazione urbana delle periferie, previsto da un emendamento al decreto Milleproroghe approvato dal Senato, con parere favorevole del Governo. In queste ore Anci ha chiesto al governo di fare chiarezza.

"Solo in Piemonte – spiega Avetta – sono a rischio investimenti pubblici per circa 225 milioni di euro; 93 milioni di euro per la Città Metropolitana di Torino e altri 131 nelle restanti province".

Si tratta di quasi 21 milioni di euro ad Asti, oltre 5,5 milioni a Biella, 25 milioni a Vercelli, 30 ad Alessandria e a Cuneo, quasi 8 a Novara e quasi 12 milioni di euro a Verbania. Lo stop danneggia indistintamente tutti i capoluoghi di provincia piemontesi ammessi al finanziamento”.

leggi anche: BANDO PERIFERIE: COSI' CAMBIERA'  IL VOLTO DI VERCELLI

Dalla partecipazione al Bando, voluto dal Governo Renzi, il Comune di Vercelli attende fondi statali per 7,6 milioni di euro, denaro destinato in parte a opere interamente a carico dell'ente pubblico (ad esempio la ristrutturazione del cavalcaferrovia del Belvedere e la ristrutturazione degli ex magazzini comunali dell'Isola; in parte destinati a far partire interventi di riqualificazione concertati con enti privati e associazionni (ad esempio la riqualificazione dell'area ex Montefibre e della ex Pettinatura Lane).

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore