/ Politica

Politica | 16 luglio 2018, 23:15

"Le occasioni perse da Vercelli? Colpa del Pd, non certo nostra"

TIRAMANI REPLICA A MICHELE GAIETTA: "LA LORO MAGGIORANZA NON ESISTE, NE PRENDANO ATTO E SE NE ASSUMANO LA RESPONSABILITA'"

"Le occasioni perse da Vercelli? Colpa del Pd, non certo nostra"

Riceviamo e pubblichiamo.

La mancanza di argomentazioni del Pd è arrivata all'apice. Ora non sapendo più cosa dire attaccano la Lega con una disonestà intellettuale allarmante. Vale la pena ricordare, magari Gaietta non ne è al corrente, che a Vercelli una maggioranza senza i numeri (presenti in aula 13 consiglieri di questa pseudo maggioranza) avrebbero dovuto votare per la modifica del regolamento dei referendum consultivi e non per indire un referendum, due cose ben diverse che chi ha ricoperto il ruolo di presidente del consiglio dell’assise cittadina si presume dovrebbe conoscere.

Se Vercelli ha perso dei soldi è esclusivamente a causa della maldestra politica del Pd incapace, quando aveva la maggioranza, di perorare e votare la modifica sopra citata. La Lega su questo argomento è stata fin da subito esaustiva: volevamo vederci chiaro e pensarci prima di dare un giudizio definitivo per capire bene quale fosse la soluzione migliore per i cittadini.

Aspettare, studiare e capire non significa non volere la fusione tra i due paesi, ribadiamo non si votava per quello che invece ci sembra la migliore opzione. Quindi il Pd di Gaietta abbia almeno il coraggio di assumersi le proprie responsabilità e la smetta di arrampicarsi sugli specchi, considerato che i numeri non mentono e nonostante la “campagna acquisti” tali numeri continuano a latitare.

Paolo Tiramani, Lega Nord

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore