/ Sport

Sport | sabato 14 luglio 2018, 10:29

Amatori: lo stato delle cose e la rabbia del tifo

LA CORDATA RACIOPPI & C.?

Amatori, lo stato della cose.

Va avanti Tarsia, si sa, eppure le cose dovevano andare diversamente, si sa anche questo.

Senza i soldi necessari (dai 160 ai 180 mila euro) per affrontare una stagione di tutto rispetto, salvarsi almeno.

Tutto è legato al nome di Racioppi, di nome Alvise, di professione ristoratore.

Lui e i alcuni suoi amici hanno infatti sponsorizzato (tra l'altro ingaggiando Marzella) la galoppata dell'Amatori in A1

Racioppi e il suo gruppo di amici., insomma, avrebbero potuto calamitare attorno alla società qualche altro sponsor (così da raggiungere i 160-180mila euro), mantenere l'entusiasmo dei tifosi, magari riportare l'Amatori agli antichi fasti.

Dal momento che Tarsia non poteva essere rottamato o messo da parte – perché ha tenuto su la baracca negli anni dove i tifosi se erano 50 erano pochi – dal giorno della promozione in poi si è cominciato a ipotizzare un cambio societario che prevedesse Racioppi alla guida (presidente?) della società, e a Tarsi aalcuni giusti riconoscimenti: magari la presidenza onoraria, la responsabilità del settore giovanile, magari una buonuscita rateizzata per il sedere che si è fatto in questi anni.

Pur di veder realizzato questo disegno si era anche pensato di fare a meno di Marzella, grande allenatore ma poco incline al dialogo con Tarsia.

E in Comune ci sono stati una serie di incontri, pareva quasi fatta è fatta per Racioppi ci dicevano in Comune... e invece.

Arriva il mistero. Tarsia sembrava quasi convinto, gli altri consigliere invece no, sarebbero stati loro a bloccare tutto (e Tarsia non avrebbe certo fatto i salti mortali, il ruolo di presidente, se può, non lo molla).

Ultima indiscrezione: il Comune propone la soluzione di un anno di presidenza a Mirko Giarolo, dirigente dimissionario che è sempre stato in mezzo al guado, tra Tarsia e Racioppi. Ma a che sarebbe servito?

Fine delle trasmissioni, quindi. Di Racioppi e delle persone a lui vicine non si parla più.

Questo si sa. L'Amatori (di Tarsia) ingaggia un tecnico e dei giocatori ma senza quei 160-180mila euro che squadra sarà? Anche perché: a parlare di sponsor è facile, a trovarli è tutto un altro discorso.

Manca qualche sfumatura, magari non sappiamo tutto, nel mondo dell'Amatori c'è sempre stato chi sa sempre tutto, da mesi e mesi, ma sta di fatto che ora come ora le cose stanno così:

  • Tarsia e soci sono aggrappati al comando della società, e non hanno intenzione di mollare.

  • I tifosi sono incazzati neri (anche perché l'attuale Amatori non sa dialogare).

    C'è altro che bolle in pentola?, ci chiediamo.


Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore