/ Politica

Politica | venerdì 13 luglio 2018, 15:37

"Città nel verde" ai Cappuccini: la giunta ci riprova

A DISTANZA DI UN ANNO DALLE POLEMICHE, TORNA IN CONSIGLIO IL PIANO DI COORDINAMENTO UNITARIO DELL'AREA PER REALIZZARE IL NUOVO COMPLESSO RESIDENZIALE

"Città nel verde" ai Cappuccini: la giunta ci riprova

A distanza di oltre un anno dall'ultimo tentativo, l'amministrazione comunale riporta in consiglio il piano di coordinamento unitario relativo alla "Città nel verde", il complesso residenziale che dovrebbe sorgere, su un'area di 322.112 metri quadri, in uno spazio indicativamente delimitato dalle case del rione, dalla Caserma Scalise, dall'area del cimitero e del carcere di Billiemme. Uno spazio molto vasto, attualmente utilizzato come terreno agricolo, ma per il quale il piano regolatore prevede l'edificabilità all'interno di uno strumento urbanistico unitario, nel quale sia ricompresa una vastissima area di verde pubblico (oltre iol 50% delle superficie interessata, ben 185.000 metri quadri secondo quanto precisò lo scorso anno il sindaco), cui aggiungere anche aree a verde privato, tutte con caratteristiche di mitigazione ambientale atte a migliorare le funzioni eco-sistemiche del suolo.

Un progetto che, nel 2017, si scontrò con una serie di dubbi e perplessità da parte di consiglieri di oppsizione, ma anche di maggioranza, che portatono l'amministrazione comunale a sospendere l'approvazione della delibera in attesa di ulteriori approfondimenti. A distanza di oltre un anno molte di quelle tensioni si sono smussate (e in parte sono anche cambiati i protagonisti del consiglio comunale).

Nella seduta del 26 luglio, dunque, la maggioranza ripresenta l'atto: sarà la volta buona? E, soprattutto: sarà l'atto che poi darà il via libera alla realizzazione della "Città nel verde"?

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore