/ Economia

In Breve

Economia | mercoledì 11 luglio 2018, 18:10

Incontro su Polioli, IBP di Crescentino e IFI di Santhià

TRA I SINDACATI E L'ONOREVOLE FEDERICO FORNARO

BOSSONI (CGIL) E FORNARO (LEU)

BOSSONI (CGIL) E FORNARO (LEU)

Nella mattinata di lunedì scorso, 9 luglio 2018, si è tenuto presso la Camera del Lavoro di Vercelli un incontro tra le Organizzazioni Sindacali di CGIL CISL UIL e l'onorevole Federico Fornaro, capo gruppo alla Camera di Liberi e Uguali unitamente a una delegazione provinciale del medesimo partito. L’incontro si è tenuto per esaminare la pesante situazione di crisi che investe importanti realtà presenti sul territorio vercellese.

In particolare, il confronto si è concentrato sulle problematiche di carattere occupazionale che investono aziende in cui l’aspetto della tenuta dei posti di lavoro e salariale evidenziano preoccupanti problematiche. In modo più specifico ci si è concentrati sulla procedura di licenziamento collettivo avviata alla Polioli (ora proprietà del gruppo svedese Perstorp), sul concordato con implicazione della cassa integrazione straordinaria sino a novembre della IBP di Crescentino (Gruppo Mossi e Ghisolfi), della condizione economica della IFI di Santhià (ex Magliola) e della prospettiva economica occupazionale dei magazzini Sife Berti di Vercelli.

Le organizzazioni sindacali hanno evidenziato quanto le lavorazioni e i servizi che coinvolgono le realtà menzionate rappresentino ambiti strategici per lo sviluppo del territorio e che solo un vero piano di carattere industriale può favorire una vera risposta alla condizione di crisi stagnate. Agli esponenti politici e in particolare all’onorevole Fornaro è stato chiesto un intervento a livello parlamentare che non sia solo frutto di verifica degli andamenti societari, ma che sia garante del mantenimento occupazionale ivi compreso della garanzia salariale dei lavoratori. L’incontro ha anche permesso di fare il punto su diverse necessità in ambito territoriale, legate alla prossima cessazione per importanti realtà lavorative della fruizione degli ammortizzatori sociali, fattore questo che può ripercuotersi con ricadute negative sull’assetto sociale di un territorio già gravato dalla crisi. I rappresentanti di partito e le OO.SS hanno assunto l’impegno di mantenere un livello di comunicazione continuo, anche promuovendo nuovi incontri nei quali verificare l’evolversi delle situazioni di crisi locali.

REDAZ

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore