/ Cronaca

Cronaca | 29 giugno 2018, 11:17

Processo Expo: le condanne richieste

ALLE BATTUTE FINALI IL PROCESSO PER I FATTI DEL 2015 - I WHATSAPP TRA MAURA FORTE E GABOTTO

Processo Expo: le condanne richieste

Sei mesi e 150 euro di multa (in pratica il minimo della pena). E' la condanna richiesta dal pubblico ministero Davide Pretti nei confronti di Alberto Perfumo, Gianluca Zanoni, Francesco Brugnetta e Liliana Patriarca per la vicenda legata alla nomina del direttore artistico di Expo 2015. L'accusa, nei loro confronti, era di turbativa d'asta.

Al termine di una requisitoria durata oltre un'ora e mezza, il pubblico ministero ha ritenuto dunque provate le condotte illecite da parte degli imputati che avrebbero favorito la nomina di Brugnetta al ruolo di direttore artistico degli eventi collegati a Expo

Grande importanza, nelle conclusioni di Pretti, è stata data ai WhatsApp inviati dal sindaco Maura Forte e consegnati al Tribunale da Guido Gabotto. Messaggi che, di fatto, rappresentarono la fonte per una serie di articoli che diedero il via all'inchiesta, dal momento che, in aula, un altro vercellese citato da Gabotto come fonte, l'ex assessore Pier Giorgio Fossale, a precisa domanda dell'avvocato difensore Massimo Mussato, ha escluso di aver detto "So che vinicerà Brugnetta".

(notizia in aggiornamento)

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore