/ Attualità

Attualità | 17 giugno 2018, 14:14

Nozze alla Capanna Margherita, ecco come fare

REQUISITO INDISPENSABILE: RAGGIUNGERE A PIEDI I 4.554 METRI DEL RIFUGIO PIU' ALTO D'EUROPA

Nozze alla Capanna Margherita, ecco come fare

Sposarsi tra i ghiacci eterni del Monte Rosa, ai 4554 metri della capanno osservatorio più alta d'Europa, il rifugio Regina Margherita. Diventa operativo, con l'estate 2018, l'accordo stipulato tra il Comune di Alagna e il Cai, gestore dello spettacolare rifugio aggrappato su uno sperone di roccia nel punto più spettacolare della Valsesia.

Chi lo desidera - e ne ha la capacità - può dunque chiedere al Comune questa orginare location per la celebrazione del matrimonio con rito civile. Ma occorre avere gambe buone e molto fiato, perché - a meno di motivi assolutamente eccezionali - promessi sposi e invitati dovranno sobbarcarsi la salita a piedi (per lo meno da Indren, ultima fermata delle funivie). Una salita che, anche per la necessità di ambientarsi all'aria rarefatta della quota, molte persone affrontano in due giorni.

Comunque sia: gli amanti della montagna sappiano che quest'opportunità in più per scambiarsi la promessa di amore eterno. Per celebrare le nozze in quota si dovrà chiedere la disponibilità del sindaco Roberto Veggi o di un assessore o consigliere comunale, così come avviene per qualsiasi altra cerimonia civile. Oppure c'è la possibilità di chiedere la delega ad hoc e di affidare il compito a una persona di fiducia dei futuri sposi o a una guida alpina. La spesa della pratica varia tra i 500 e i 1000 euro. Nemmeno troppo elevata, vista la location unica.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore