/ Politica

Politica | giovedì 17 maggio 2018, 15:32

"Che errore smembrare l'assessorato all'Ambiente"

LOCARNI (LEGA NORD): "IN QUESTO MODO NON SI METTERA' MAI FINE AL DEGRADO E ALL'INCIVILTA' CHE ASSEDIANO VERCELLI"

Riceviamo e pubblichiamo.

Nell’apprendere delle due nuove entrate nella giunta comunale di Vercelli, senza soffermarsi soggettivamente su di esse, aldilà dell’ennesimo valzer in entrata con relative precedenti uscite, ci preme rilevare che più di una ridistribuzione di deleghe si è verificato un vero e proprio smembramento delle deleghe legate ai temi ambientali.

Non serve essere esperti in materia ma usando un leggero buonsenso si capisce fin da subito che tali deleghe, vista l’importanza ricoperta, dovrebbero essere unite in capo ad un referente unico con specifica delega assessorile e invece assistiamo all’ennesimo corto circuito amministrativo, almeno cosi sembrerebbe. Resta sotto gli occhi di tutti lo stato di degrado e d’inciviltà che regna in quel di Vercelli e nelle sue periferie, arrivando fin sugli argini del fiume Sesia.

Un assessorato che avrebbe in se un impegno enorme da portare avanti in condizioni di relativa normalità. Purtroppo dobbiamo prendere atto che dopo il susseguirsi d’incarichi con relative dimissioni, da chi si era preso l’onere di ricoprire il ruolo apicale in tale assessorato, il sindaco Maura Forte non trova di meglio che smembrare l’assessorato stesso e ridistribuirlo in tre assessori diversi con competenze diametralmente opposte un con l’altro.

Capiamo altresì che se non si ha una coscienza ambientale reale e non solo formale, almeno così sembrerebbe visto il procedere con la messa in sicurezza dell’area dell’ex inceneritore per esemplificare, affrontare dette temi resta arduo soprattutto se su tali temi si possano aprire scenari reali e non allarmistici in base ad alcune situazioni di degrado e contaminazione ambientale, che potrebbe essere presenti sul territorio comunale.

Ripetiamo come da sempre affermato che i temi ambientali, seppur per taluni scomodi, debbano essere affrontati senza steccati ideologici se non con il sano buonsenso per la soluzione delle problematiche in essere. Auspicando in un ravvedimento del sindaco Forte con conseguente ricollocazione a un soggetto unico di tali temi, noi continueremo nella nostra azione di monitoraggio delle situazioni che sembrerebbero critiche, siano esse riguardanti gli edifici pubblici, vedano materna Andersen, che riqualificazioni di aree semi centrali come la zona ex Montefibre per citarne alcune.

Gian Carlo Locarni, responsabile nazionale dipartimento ambiente Lega

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore