/ Attualità

Attualità | giovedì 17 maggio 2018, 09:00

Case popolari: nel vercellese un inquilino su tre non paga affitto e bollette

IN PROVINCIA SONO 1.226 I MOROSI DI CUI 827 NEL CAPOLUOGO

Il presidente Atc Giuseppe Genoni e la direttrice Atc

Il presidente Atc Giuseppe Genoni e la direttrice Atc

Atc Piemonte Nord approva bilanci, piani di rientro per gli inquilini morosi e nuovi progetti di investimento. A illustrare risultanze economiche e programmi è il presidente, Giuseppe Genoni. Che, per prima cosa, assicura sulla tenuta dei conti.

L’anno 2018 pareggia in euro 43.844.007, di cui 26.298.720 per la parte corrente. L’anno 2019 pareggia in euro 42.180.771, di cui 25.850.443 per la parte corrente. L’anno 2020 pareggia in euro 40.601.703, di cui 25.777.193 per la parte corrente.

Ma le criticità restano ancora molte. In primo luogo c'è il problema del morosi. A Vercelli la percentuale degli inquilini che pagano regolarmente affitto e bollette è di circa il 65%, inferiore a Novara e Verbania che è intorno al 70%. Al 31 dicembre i morosi in tutta la provincia erano 1.266, di cui 827 a Vercelli. In pratica, dunque, un inquilino su tre non è in regola con il pagamento del canone che, per gli alloggi dell'Atc Piemonte Nord, è mediamente di 93 euro, "un importo di molto inferiore a quello applicato in media nel Centro-Nord Italia", fa notare Genoni.

Agli inquilini cui è addebitata la morosità colpevole, Atc propone un piano di rientro: in caso di mancato rispetto di quest'ultimo, scatteranno necessariamente le pratiche di sfratto, anche perché, in caso contrario, dovrà essere il Comune a saldare le somme non versate.

In città, dove negli ultimi anni Atc ha investito nella realizzazione e ristrutturazione di diversi stabili, Atc sta cercando una nuova sede al posto di quella di corso Palestro: l'obiettivo è riurre i costi di gesione dei servizi e liberare spazi da destinare all'edilizia sociale.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore