/ Cronaca

Cronaca | 04 maggio 2018, 07:52

Processo Korczak: oltre 50 parti lese, la metà chiede di costituirsi parte civile

SUL BANCO DEGLI IMPUTATI LE INSEGNANTI ACCUSATE DI MALTRATTAMENTI

Processo Korczak: oltre 50 parti lese, la metà chiede di costituirsi parte civile

Più 50 parti offese - la metà delle quali ha presentato domanda di costituzione di parte civile; una quindicina i legali impegnati e un voluminoso fascicolo con migliaia di pagina di atti d'inchiesta. Ci vuole quasi un'ora solo per fare l'appello all'udienza di apertura del processo contro le insegnanti della scuola materna Korczak accusate di maltrattamenti nei confontri dei bambini loro affidati.

Il processo, svolto con rito abbreviato, si è aperto giovedì mattina davanti al giudice Giovanni Campese. A sostenere l'accusa il pubblico ministero Davide Pretti che aveva coordinato l'indagine condotta dalla squadra mobile della Questura e conclusasi, lo scorso novembre, con l'arresto delle tre insegnanti. A loro, successivamente, è stata aggiunta una quarta collega, accusata di favoreggiamento.

Nel corridoio, giovedì mattina, ci sono una ventina di genitori: hanno deciso di essere presenti all'udienza (che si svolge a porte chiuse, vista la scelta del rito abbreviato) e attendono, pazientemente, l'appello per poter essere ammessi nell'auletta. Occorre quasi un'ora per sbrigare questa procedura: intorno alle 11 le porte vengono chiuse e il processo inizia.

L'udienza viene integralmente destinata al deposito delle istanze di costituzione di parte civile da parte delle famiglie dei bambini che facevano parte delle classi in cui lavoravano le imputate. Il giudice ha raccolto tutte le istanze, presentate tra gli altri dagli avvocati Massimo Mussato, Roberto Rossi, Luca Berra, Mario Cometti, Teresa Certa, Francesca Orrù e da vari colleghi di altri fori, riservandosi di esaminarle entro domani per decidere l'ammissione.

Il processo riprenderà venerdì: dopo la decisione sull'ammissione delle parti civili, una delle maestre indagate ha chiesto di essere interrogata, poi si passerà alla discussione, con l'arringa del pubblico ministero e degli avvocati di parte civile e se i tempi lo consentiranno, anche con le conclusioni degli avvocati che difendono le insegnanti a processo.

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore