/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | mercoledì 18 aprile 2018, 02:09

Massimo Secondo: "Pensiamo a Chiavari, adesso"

QUESTI RAGAZZI NON HANNO MAI MOLLATO, NEMMENO QUANDO ABBIAMO RACCOLTO MENO DI QUANTO AVREMMO MERITATO

Il presidente Massimo Secondo credeva nella salvezza anche dopo il kappaò di Empoli. Con i tre punti guadagnati contro il Pescara il suo “credo” è ancora più marcato. “
Era una gara da ultima spiaggia – esordisce -. La vittoria dimostra che siamo La vittoria di questa sera dimostra che siamo vivi e che possiamo andare a giocare il primo di tanti spareggi. Poi avremo due gare interne non facili, con Parma e Venezia, ma comunque interne. E a Chiavari io spero ci sia il supporto di tanti vercellesi. La cosa importante è comunque che siamo ancora in corsa”.

La partita, comunque, è stata una sofferenza.

“Il gol del 2 a 1, tanto cercato, dopo 80 minuti giocati nella metà campo avversario con miracoli di Fiorillo (su Berra, su Raicevic nel finale), e quello del 3 a 1 ci hanno fatto respirare, finalmente. Era l'ultima partita utile per rimanere in corsa, adesso tutti a Chiavari”.

Ed è soddisfatto della squadra, il presidente.

“Questi ragazzi non hanno mai mollato, anche quando abbiamo perso. Con Avellino e Novara avremmo meritato di fare più punti”.

Fa complimenti un po' a tutti.

“Raicevic? Lo abbiamo aspettato. La salvezza passa dai suoi gol e dai gol degli attaccanti. Ma fatemi spendere due parole per Vives e Mammarella, che hanno disputato una gara straordinaria. Vives ha fatto grandi cose... E poi Bifulco, ha giocato poco ma si è fatto valere nelle ultime due partite, Bergamelli che ha giocato e non doveva, Mirko Pigliacelli, che un paio di parate straordinarie le fa tutte le partite, Gozzi che di testa le prende tutte, Castiglia e Germano che macinato chilometri, Reginaldo... insomma oggi tutti bene. Questi ragazzi vanno sostenuti. In questo momento è importante restare uniti. Le polemiche lasciamola da parte, ora”.

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore