/ Cronaca

Cronaca | domenica 15 aprile 2018, 10:23

Spacciatore in manette; nei guai complice e acquirente

BECCATI DALLA SQUADRA MOBILE DOPO LA SEGNALAZIONE DI ALUNI CITTADINI

Era arrivato con alcune dosi già pronte e con una discreta scorta di stupefacenti ancora da confezionare lo spacciatore arrestato dalla Squadra Mobile della Questura nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanza stupefacente che ha portato anche a una denuncia e a una segnalazione alla Prefettura nei confronti di un consumatore.
L’arresto è avvenuto nei giorni scorsi a Borgosesia in seguito a un'indagina nata dalle segnalazioni di cittadini che avevano notato movimenti sospetti nelle vicinanze del palazzetto dello sport.
E' stato dunque predisposto un servizio di osservazione, che ha permesso di sottoporre a controllo un uomo italiano che si aggirava con fare nervoso proprio all’interno del parcheggio della struttura sportiva.
L’uomo nascondeva nel proprio giubbotto alcuni involucri di cocaina per un peso complessivo di circa 4 grammi e un sacchetto in plastica con ulteriori 20 grammi di marijuana.
I primi approfondimenti investigativi hanno permesso di capire che l'uomo aveva appena acquistato lo stupefacente nei pressi di un parchetto sito poco distante da due spacciatori di origini nordafricana.
Gli equipaggi della Mobile hanno dunque effettuato un sopralluogo all’interno di questa area verde ed hanno potuto constatare la presenza di diverse vie di fuga.
Si è deciso dunque di dividersi in maniera tale da presidiarle tutte.
Nel frattempo una pattuglia ha sorpreso i due spacciatori vicino a un ponte all’interno del parco.
Uno dei due, alla vista dell’autovettura ha tentato una breve fuga, interrotta dai poliziotti che l’hanno sorpreso alle spalle bloccandolo immediatamente.
Il fuggitivo aveva addosso una busta con circa 13 grammi di cocaina e due dosi già pronte ad essere vendute di un grammo l’una, due bilancini di precisione e del materiale da confezionamento.
Il secondo spacciatore, che invece non si era mosso, si è scoperto essere poi colui che intrattiene telefonicamente le relazioni con gli acquirenti.
Le successive perquisizioni hanno permesso di rinvenire all’interno dell’abitazione di Romentino dell’uomo che aveva tentato la fuga, circa 185 grammi di hashish, 3 grammi di marijuana e una ulteriore dose di cocaina oltre alla somma complessiva di 540 euro.
La droga e il denaro sono stati posti sotto sequestro.
Il cittadino italiano di origini magrebine è stato quindi arrestato in flagranza di reato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, il complice nordafricano è stato denunciato a piede libero per spaccio di sostanze stupefacenti in concorso mentre l’italiano acquirente è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore