/ Politica

Politica | venerdì 13 aprile 2018, 16:10

Tiramani, la prima interrogazione parlamentare è sull'Enea di Saluggia

"SERVONO INVESTIMENTI PER IL TERRITORIO, NON CERTO TAGLI O SOPPRESSIONI"

Tiramani, la prima interrogazione parlamentare è sull'Enea di Saluggia

Alla luce dell'orientamento dei vertici nazionali dell'Enea (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) circa il destino del Centro Ricerche di Saluggia, il deputato Paolo Tiramani, in attesa dell'insediamento del nuovo governo nazionale a cui spetterà chiarire la linea di intervento, ha presentato un'interrogazione parlamentare sul tema.

"Servono investimenti per il territorio nel nord ovest del Piemonte - spiega Tiramani - e non certo il ridimensionamento se non addirittura la soppressione della situazione esistente per soddisfare le aspettative ed i bisogni delle imprese e dei cittadini di un’intera area interprovinciale.

Sono convinto che solo il rilancio delle attività del centro di Saluggia, in stretta collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale, attraverso i necessari finanziamenti ed investimenti, possa garantire quel supporto scientifico e tecnologico indispensabile ai tanti imprenditori che operano nel nostro territorio oltre a fungere da polo attrattivo per altre attività ed imprese.

D’altra parte sarebbe a dir poco singolare che questo territorio, a cui fu chiesto di ospitare ben tre impianti che si occupavano di nucleare ( reattore di Trino Vercellese ex ENEL, impianto di riprocessamento Eurex ed impianto di fabbricazione nucleare IFEC gli ultimi due entrambi ex ENEA ed entrambi a Saluggia ed oggi tutti SOGIN ) e le cui scorie della lavorazione di allora sono ancora presenti oggi con tutta la problematica conseguente, debba scontare oggi una nuova penalizzazione con un deficit di investimento e rilancio.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore