/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 25 marzo 2018, 17:01

Pro Vercelli - Avellino 0 a 0. Bianchi "spuntati"

SEMPRE PIU' DIFFICILE IL CAMMINO VERSO LA SALVEZZA

Pro Vercelli - Avellino 0 a 0. Bianchi "spuntati"

Solo un punto per la Pro contro un Avellino che non ha rubato nulla.

Brutta partita, senza tiri gol, senza parate.

L'attacco della Pro – nonostante la grande partita di Morra, migliore dei Bianchi, forse il migliore in campo – non finalizza.

I play out si allontanano. A fine partita il pubblico non fischia. C'è rassegnazione, è dura credere alla salvezza.



PRIMO TEMPO

Dopo 5 minuti braccio in area del difensore dell'Avellino Morero: Grassadonia, la panchina, i tifosi della curva invocano il rigore, niente, si prosegue.

La Pro preme, l'Avellino si difende, il pubblico apprezza l'aggressività dei Bianchi. Siamo al 10°.

Prima sostituzione nell'Avellino: esce Gavazzi, entra De Risio.

Morra, caparbio, difende palla e crossa dalla destra, Rginaldo, purtroppo non ne approfitta e Lezzerini sbroglia (al 23°).

Cross di Laverone, tiro di Ardemagni, parata non difficile di Pigliacelli (25°).

Vives su punizione serve Ghiglione che, al volo, mette in mezzo: Morra viene steso in area, la Pro invoca il secondo rigore, arbitro attorniato dai giocatori, il pubblico protesta, incazzatura alle stelle, insomma (al 30°).

Nella Pro si distingue Morra, lotta ed è pericoloso. Dietro giganteggia Bergamelli.

Espulso Grassadonia per proteste al 40°.

Azione combinata in area, palla a Reginaldo a Morra, che viene steso: terzo rigore invocato dalla Pro.



SECONDO TEMPO

Dei tre rigori sembra (così ci dicono in tribuna stampa, dopo aver rivisto le immagini) che ce ne fosse uno, il primo.

Grande, grande giocata di Morra che, sulla tre quarti, libera Reginaldo, che ha un corridoio davanti, avanza, avanza, ma il tiro è fiacco (50°).

Gran cross di Alcibiade dalla sinistra, palla a Reginaldo che tocca di fino ma la palla si spegne sul fondo (55°).

Secondo cambio di Walter Novellino: entra Cabezas, siamo al 60°.

La Pro diventa più offensiva: fuori Ghiglione (tra gli applausi) dentro Bifulco.

Gran botta di Castiglia su schema successivo a corner: bella botta ma sul fondo.

Morero abbraccia Reginaldo, punizione (senza ammonizione del difensore: inspiegabile).

Altra sostituzione: esce Reginaldo entra Kanoute: Applausi per entrambi. Mancano 20 minuti più recupero.

A cinque dal termine, terzo e ultimo cambio per la Pro, dentro Raicevic, fuori Morra, il più applaudito.

Palla in area per Raicevic, retyropassaggio per... nessuno. Imprecazioni dalla tribuna.

Kanoute destraccio in area: alto. Manca un minuto e mezzo più recupero.

Il gol, il guizzo vincente non arriva.

Cinque di recupero. Kanoute, invece di tirare, serve Raicevic: fuorigioco.

Castiglia, lancio per Raicevic, sinistro senza pretese, parata di Lezzerini, che si guadagna la giornata ma senza sudare.







PRO VERCELLI (3-5-2): Pigliacelli; Gozzi, Bergamelli, Alcibiade; Ghiglione (Bifulco dal 64°)., Germano, Vives, Castiglia, Mammarella; Reginaldo (Kanoute dal 70°), Morra (Raicevic dall'85°). All. Grassadonia.



AVELLINO (3-5-2): Lezzerini; Ngawa, Morero (Pecorini dall'81°), Kresic; Laverone, Molina, Di Tacchio, Gavazzi (De Rosio dal 15°), Falasco (Cabezas dal 60°); Castaldo, Ardemagni. All. Novellino.



Arbitro Di Martino.



Ammoniti: Kresic (Av), Bergamelli (Pvc)






Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore