/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 24 marzo 2018, 09:24

Giornate Fai: aprono i tesori del rinascimento vercellese

DUE GIORNI DI VISITE A SAN CRISTOFORO, PALAZZO CENTORI, SAN GIULIANO, LA SALA DEL TRONO E CASA ZANONI

Le logge e la cupola del cortile di Palazzoi Centori

Le logge e la cupola del cortile di Palazzoi Centori

Non poteva che essere ispirata al Rinascimento vercellese la proprosta del Fai di Vercelli in occasione della Giornate di Primavera. Vista la concomitanza della mostra che da oggi è visitabile in Arca, per il 24 e il 25 marzo la delegazione guidata da Paoletta Picco punta sui monumenti cittadini simbolo di questo periodo.

Insieme ai volontari del gruppo Giovani Fai Vercelli, ci saranno gli apprendisti ciceroni degli istituti superiori Lagrangia e Avogadro ad accogliere e accompagnare i visitatori.

Imperdibile la visita alla chiesa di San Cristoforo, in via San Cristoforo accanto al palazzo della Prefettura, dove Gaudenzio lavorò: le aperture previste sono sabato dalle 10 alle 12 e dalle 14,30 alle 17 e domenica dalle 14 alle 16,30.

Recentemente restaurato, apre al pubblico anche Palazzo Centori, in corso Libertà: di ispirazione bramantesca, con il cortile interno ornato a logge e la volta affrescata, è forse il più importante palazzo rinascimentale del vercellese, oltre che un unicum in Piemonte. Nelle stanza di ingresso è possibile anche ammirare gli scavi che hanno portato alla luce muri e ambiente dell'epoca romana. Gli orari di visita sono sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.  

 

Solo ai soci Fai, invece, è riservata la visita di una casa privata, facente parte delle antiche case Centoris. Casa Zanoni, in via Giovenone recentemente restaurata dai nuovi proprietari ha le volte decorate a grottesca. Per ovvi motivi sono previsti accessi a piccoli gruppi di massimo dieci persone, soci Fai che abbiano prenotato.

 

Di fronte a Palazzo Centori apre l'antica chiesa di San Giuliano, che conserva affreschi cinquecenteschi di Giovenone e Lanino. Le visite sono in programma sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.  

 

Aprono a piccolo gruppi (e solo su prenotazione) anche il Palazzo Arcivescovile e la Sala del Trono, la Sala della Croce, la Pinacoteca,  sabato dalle 15 alle 17 con partenza turni alle 15, 15,45 e 16,30 per massimo 20 persone a gruppo e prenotazione via e-mail, mentre il museo Borgogna riserverà ai soci Fai l’ingresso a 8 euro.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore