/ Arte e Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Arte e Cultura | 21 marzo 2018, 08:53

Vercelli che legge incontra... Mario Baudino

MERCOLEDI' ALLE 18 APPUNTAMENTO NELLA SALA INCONTRI DELLA BIBLIOTECA

Vercelli che legge incontra... Mario Baudino

Il Comune di Vercelli, la Biblioteca Civica di Vercelli, Il Sistema Archivistico e Bibliotecario della Piana Vercellese, Biblion s.c., presentano il terzo incontro della rassegna  “Vercelli che legge incontra chi scrive”. L'appuntamento è oggi, mercoledì 21 marzo, alle 18 nella sala incontri nella nuova sede della Biblioteca Civica in via Galileo Ferraris 95, con “La Forza della Disabitudine”, il libro appena uscito da Aragno editore, che Giovanni Tesio presenterà insieme all’autore Mario Baudino.
L’incontro sarà presentato da Luca Valenza, ufficio stampa Biblion s.c., e condotto da Giovanni Tesio.
     Mario Baudino è un giornalista, saggista e poeta italiano. Scrive per il quotidiano La Stampa, dove ogni venerdì esce una sua rubrica intitolata Cartesio.
 Vive a Torino dove fa il giornalista. Oltre alle raccolte di poesia (ha esordito nell'antologia La parolai Innamorata, Feltrinelli,1978, e  pubblicato, per Guanda, Una regina tenera e stupenda, Grazie - premio Montale -, Colloqui con un vecchio nemico - Premio Volterra e premio Brancati -, Aeropoema) è autore di romanzi: In volo per Affari, Rizzoli 1994, Il sorriso della Druida, Sperling & Kupfer 1998, Per amore o per ridere, Guanda 2008, Lo sguardo della farfalla, Bompiani, 2016. Tra i saggi: Al fuoco di un altro amore (Jaca Book 1986), Voci di guerra, sette storie d'amore e di coraggio (Ponte alle Grazie 2002), Il Mito che uccide (Longanesi 2004), Il Gran rifiuto, storie di autori rifiutati dagli editori (Longanesi 1991, Passigli 2009), Ne uccide più la penna (Rizzoli 2010), dedicato ai detective bibliofili nella letteratura di genere, Lei non sa chi sono io (Bompiani 2017), sulla pseudonimia letteraria.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore