/ Spettacoli

Spettacoli | 19 marzo 2018, 18:41

Pasqua nel segno di Gaudenzio Ferrari

PRESENTATO IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI CULTURALI E RELIGIOSI CHE COINVOLGONO LA CITTA' IN OCCASIONE DELLA SETTIMANA SANTA E DELLA PADQUA

Pasqua nel segno di Gaudenzio Ferrari

Le iniziative culturali legate ai riti della Settimana Santa si ampliano, quest'anno, e si collegano alla mostra su Gaudenzio Ferrari che venerdì apre nelle sedi di Vercelli, Novara e Varallo.

Organizzate da Comune, Arcidiocesi e Ufficio diocesano dei Beni culturali, le manifestazioni coinvolgono prestigiose istituzioni musicali presenti in città: la Camerata Ducale, il Coro Lirico Viotti, il Coro dell'Università Popolare, la Cappella Musicale della Cattedrale. E, quest'anno, nell'ambito della rassegna Organalia, anche l'Ensemble Odhecaton, considerato tra le formazioni più importanti e qualificate del settore.

Momenti culturali e celebrazioni religiose si intrecceranno dunque, per regalare ai vercellesi momenti di meditazione, arte e crescita spiriturale. A presentare la Pasqua nel segno di Gaudenzio Ferrari sono l'assessore Daniela Mortara, monsignor Giuseppe Cavallone, don Denis Silano e l'architetto Daniele De Luca per la diocesi, il rettore della basilica di Sant'Andrea, i poi i rappresentanti delle istituzioni musicali protagoniste dei concerti.

Ecco il programma delle manifestazioni

Venerdì 23 marzo 21
Teatro Civico di Vercelli 
W.A.Mozart - Requiem in re minore per soli, coro e orchestra K 626
 Orchestra Camerata Ducale
 con Guido Rimonda direttore

Domenica 25 marzo ore 21
Cappella del Seminario Arcivescovile, piazza Sant'Eusebio 10
Solisti della Cappella Musicale della Cattedrale - direttore monsigno Denis Silano
In monte uliveti
Salmi, mottetti e responsori da 3 a 7 voci, nella tradizione eusebiana
a cura della Cappella Musicale della Cattedrale

Lunedì 26 marzo ore 21
Cattedrale di Sant’Eusebio, piazza Sant’Eusebio, 10
Ensemble Odhecaton - direttore Paolo Da Col
Missa Defunctorum di Alessandro Scarlatti (1660 - 1725)

Martedì 27 marzo ore 21
Chiesa di San Lorenzo, corso Liberta’
Coro dell’Università Popolare di Vercelli
Tra sacro e profano. “Padre, perdonali perché non sanno quello che fanno”.
L’Amore che ridona all’uomo l’umanità
Direttore del Coro suor Gabriella Greco

Mercoledì 28 marzo ore 21
Basilica di Santa Maria Maggiore, via Duomo
Coro Lirico Giovanni Battista Viotti, diretto dal maestro Stefania Bellini
Arie Sacre per la Santa Pasqua

Giovedì 29 marzo
Visita ai Sepolcri

Venerdì 30 marzo ore 20,30
Processione delle Macchine con proiezione immagini sacre in Piazza Cavour

Sabato 31 marzo ore 17
Chiesa di San Lorenzo – corso Libertà
Camerata Polifonica Giovanni Battista Viotti
diretta dal Maestro Barbara Rosetta

Lunedì 2 aprile ore 21
Basilica di Santa Maria Maggiore, via Duomo

Musiche di A.Vivaldi 
Camerata Ducale Junior

Venerdì 6 aprile ore 21
Cattedrale di Sant’Eusebio, piazza Sant’Eusebio, 10
Trilogia per Sant’Eusebio "
Un concerto sui tre organi della Cattedrale"
Massimo Gabba, organo
, 
musiche di Frescobaldi, Muffat, Buxtehude, Petrali, Callegari, Bossi, Franck, Vierne, Yon 

Queste iniziative si integreranno, naturalmente, con le celebrazioni religiose di quella che, per la Chiesa, è la settimana centrale della fede. Oltre ai tradizionali appuntamenti del Giovedì e del Venerdì Santo, non va dimenticata la funzione delle 6 della domenica di Pasqua in cattedrale, con lo scoprimento del Crocifisso. "Una celebrazione antichissima - ricorda monsignor Cavallone - che richiama ogni anno fedeli dalla città e dai paesi del circondario ed è sempre molto sentita".

"Quest'anno - spiega l'assessore Mortara - abbiamo scelto di non organizzare manifestazioni nella chiesa di San Cristoforo per evitare sovrapposizioni con la mostra gaudenziana. Inoltre il programma si è ampliato e prevede un numero superiore di concerti. Siamo certo che, come avviene tutti gli anni, queste proposte troveranno l'apprezzamento dei vercellesi".

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore