/ Cronaca

Cronaca | 23 febbraio 2018, 16:11

"E' stato l'errore di un singolo": l'Asl annuncia un procedimento disciplinare per la donna morta e "dimenticata"

L'AZIENDA REPLICA AI SINDACATI: "QUANTO E' SUCCESSO NON HA NULLA A CHE FARE CON L'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE"

"E' stato l'errore di un singolo": l'Asl annuncia un procedimento disciplinare per la donna morta e "dimenticata"

L'Asl ha avviato un procedimento disciplinare per individuare chi avrebbe dovuto avvertire la famiglia di Teresina Antoniotti del decesso della paziente e, invece, non l'ha fatto.

leggi anche: MIA MOGLIE E' MORTA E NESSUNO MI HA AVVERTITO

E' quanto annuncia l'azienda in una nota in cui ribatte anche ai sindacati secondo i quali la causa dell'incredibile vicenda, è anche da ricercarsi nella carenze di personale e nelle difficoltà organizzative più volte denunciate dalle Rsu.

Ecco la nota:

"Con riferimento all'evento accaduto nei giorni scorsi nel reparto di neurologia, l'Asl di Vercelli sottolinea che quanto è successo non ha nulla a che vedere con l'organizzazione interna dell'ospedale. Come già abbiamo avuto modo di dichiarare è in corso un procedimento disciplinare e non possiamo fornire ulteriori dettagli in merito. Tuttavia ribadiamo ulteriormente che si è trattato di un comportamento isolato ed errato da parte di una persona. Strumentalizzare quanto accaduto è un modo per ledere l'immagine di tutta l'organizzazione e in particolare di tutti quei professionisti che ogni giorno svolgono il proprio lavoro con competenza e dedizione. L'azienda si è già scusata, sia pubblicamente che personalmente, con la famiglia interessata e riteniamo di non aver nient'altro da aggiungere fino a quando le procedure in corso non saranno completate.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore