/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2018, 12:27

Il carnevale impazza: tra sfilate, maschere, fagiolate

A SANTHIA', BORGOSESIA E VERCELLI I CORSI MASCHERATI

Il carnevale impazza: tra sfilate, maschere, fagiolate

E' la giornata del carnevale nei principali centri della provincia. Dalla Bassa alla Valsesia sono in programma feste e fagiolate, ma in tre centri in particolare la giornata propone appuntamenti legati alla tradizione.

A Vercelli nel pomeriggio di oggi, dalle 14,30 è in programma la seconda sfilata dei gruppi mascherati che, lungo il consueto anello piazza Paietta, viale Garibaldni, piazza Roma e ritorno, proporranno al pubblico le coreografie ideate per questa sfilata senza carri, ma che vede i bambini protagonisti. "Lasciamo da parte, per una volta, polemiche e rimpianti su ciò che non è più o su cosa sarebbe potuto essere questo Carnevale. Chi sfila, soprattutto i bambini, lo fa comunque all'insegna dell'allegria e del divertimento. Chi vorrà fare da ala al corteo applauda e sorrida incoraggiando chi, con tanto impegno, continua a credere nel Carnevale a Vercelli". E' l'invito del Comitato Manifestazioni che, pur tra tante difficoltà, continua a credere nell'evento. Al termine sono previste le premiazioni: ASM Vercelli, sponsor tecnico della manifestazione, ha deciso di conferire una propria targa di riconoscimento - in aggiunta al premio assegnato dal Comitato Manifestazioni Vercellesi) al gruppo in maschera primo classificato.

A Santhià prende invece il via la serie di manifestazioni collegate al Carnevale più antico del Piemonte: alle ore 14,30 si tiene il primo corso mascherato con la partecipazione alla sfilata lungo il percorso cittadino di maschere a piedi, carri allegorici, bande e gruppi storici. In occasione dei corsi mascherati sfilano sia il gruppo storico dello Stato Maggiore, in divisa napoleonica, costituito in ricordo del passaggio da Santhià di Napoleone, in occasione della Battaglia di Marengo, sia il notissimo corpo dei Pifferi e Tamburi. Accanto agli spettacolari carri di cartapesta non mancano centinaia di maschere, con costumi realizzati artigianalmente: un tripudio di colori e figuranti che riempiono di gioia ogni via. La sfilata è composta da oltre 2.000 comparse in maschera, più di 30 compagnie del carnevale e vari gruppi musicali. In serata, al termine del primo Giro di Gala, si svolge per le vie cittadine il “Girone Infernale”: serpentone musicale che si snoda nelle vie del centro storico, seguito dalla popolazione, ballando tutti insieme Bisse e Curantun, i balli tradizionali del Carvè santhiateis. Si gustano dolci e zabaione, che accompagnano poi le maschere ai celebri veglioni carnevaleschi, dove si continua a far bagordi per tutta la notte.

A Borgosesia, dalle 14,30, Terzo Corso Mascherato con la partecipazione di carri allegorici, mascherate a piedi, bande musicali, majorettes, gruppi folcloristici. Al termine del giro in piazza Mazzini, è in programma l'assegnazione del Palio dei Rioni al carro allegorico ritenuto migliore da un apposita giuria. Sono in gara: Rione Cravo, Rione Fornace, Rione Montrigone, Rione Valbusaga, Comitato Carnevale I Mola Mai. Altri premi andranno al “Minipalio delle Mascherate” tra: Rione Agnona, Rione Bettole, E-Le-Menti dal Bôrg, I Tiratardi e, accando ad essi, premi speciali.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore