/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 18 gennaio 2018, 15:26

Piazza Mazzini: apre il Centro diurno per anziani

COMUNE, ASL E CASA DI RIPOSO OFFRONO UN SERVIZIO DESTINATO A PERSONE PARZIALMENTE NON AUTOSUFFICIENTI: 20 I POSTI E ATTIVITA' DALLE 8 ALLE 17 DEI GIORNI FERIALI

Ci sono una piccola biblioteca, tavoli colorati, luminosissimi spazi per le attività ricreative e di socializzazione - dai laboratori alla lettura - la zona pranzo e un'area tranquilla e in penombra per il riposino. E, ovviamente, tutti i servizi annessi. Percorrendo un breve corridoio si arriva alla palestra, mentre all'esterno un bel cortile con pietrisco, alberi e aiuole verdi svela uno dei tanti "giardini segreti" nascosti dietro gli anonimi muri di Vercelli.

Siamo all'angolo tra via Felice Monaco e piazza Mazzini, in un'ala autonoma della Casa di Riposo che, da febbraio, verrà utilizzata per le attività del Centro diurno integrato.

La struttura è destinata ad accogliere - dalle 8 alle 17 dei giorni feriali - 20 persone anziane, colpite da patologie cronico degenerative che ne hanno compromesso l'autosufficienza, selezionate dall'Unità di valutazione geriatrica. Dopo una lunga e travagliata fase di realizzazione, il Centro diurno integrato è stato presentato questa mattina da Luigi Di Meglio, presidente del CdA della Casa di riposo di piazza Mazzini, dal sindaco Maura Forte, dall'assessore Paola Montano e dal direttore generale dell'Asl, Chiara Serpieri. La particolarià del servizio è quella di unire la semi-resindenzialità e l'assistenza integrata ad alta valenza sanitaria: destinatari privilegiati sono persone anziane, parzialmente o non più autosufficienti, che possono però rimanere nel proprio ambiente familiare usufruendo, durante il giorno, di un'assistenza specializzata che li aiuti a mantenere la propria autonomia residua il più a lungo possibile.

In pratica, nei giorni lavorativi, dalle 8 alle 17, gli utenti del Centro avranno la possibilità di ricevere assistenza, terapie farmacologiche, fare riabilitazione e attività di socializzazione, pranzando all'interno della struttura. Nel tardo pomeriggio, poi ci sarà il rientro in famiglia, fino al mattino seguente.

Un progetto che coinvolge Asl, Casa di Riposo e Comune che, ciascuno per le proprie competenze, hanno investito risorse economiche o di personale per offrire un servizio all'avanguardia.

"L'accesso al Centro diurno avviene tramite l'Unità di Valutazione Geriatrica - ha spiegato il manager dell'Asl, Chiara Serpieri -: per ogni anziano ci sarà un progetto di assistenza individualizzato, predisposto con il coinvolgimento della famiglia e del medico curante. E' un servizio pressoché unico in tutta l'Asl, ma che vorremmo poter esportare come modalità di trattamento delle patologie cronico degenerative".

La retta del Centro è di 46 euro giornalieri, metà di quali a carico dell'Asl, "mentre gli altri 23 - ha spiegato l'assessore ai Servizi sociali, Paola Montano - sono a carico dell'utente oppure del Comune che interviene a sostenere anziani in situazione di particolare necessità economica con un contributo che può arrivare a coprire integralmente la parte di retta a carico del cittadino".

Molto soddisfatti per la possibilità di avviare il servizio si sono detti sia il presidente del CdA della Casa di Riposo, Luigi Di Meglio, che ha voluto sottolineare il lavoro organizzativo svolto dal personale della struttura di piazza Mazzini, sia il sindaco Maura Forte. "Recuperiamo una bellissima ala di questo edificio - ha detto il primo cittadino - per un servizio di grande importanza. Il Comune si è impegnato molto nella realizzazione di questo progetto e devo ringraziare sia l'assessore Montano che la consigliera Mariapia Massa che si sono molto spese per questo traguardo. Grazie alla stretta collaborazione tra le istituzioni, Vercelli può proporre ancora una volta modalità innovative di assistenza verso i propri cittadini. Attenzioni che, siamo certi, verranno apprezzate dagli utenti e dalle loro famiglie".

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore