/ Sport

Sport | 13 gennaio 2018, 16:43

Col Cuneo, prove tecniche di 4-3-1-2

AMICHEVOLE NOIOSA, RISOLTA DA UN GOL DI PUGLIESE - DA SILVA E JiDAYI LE NOTE POSITIVE

Col Cuneo, prove tecniche di 4-3-1-2

Uno a zero per la Pro, nell'amichevole col Cuneo, ma entusiamo sotto zero da parte dei tifosi. A una settimana da Frosinone-Pro Vercelli c'è scetticismo perché l'attuale Pro - eccezion fatta per Pigliacelli - si è indobolita e non si è rinforzata adeguatamente.

La cronaca della gara.

Atzori schiera una Pro Vercelli mai vista, zeppa di riserve, con la doppia novità di Pigliacelli e Da Silva. La formazione (4-3-1-2) è questa:

Pigliacelli; Berra, Jidayi, Konate, Mammarella; Pugliese, Da Silva, Germano; Castiglia; Bifulco, Morra.

Insomma difesa a 4 con Konate e Jidayi centrali, tre cursori a centrocampo (Pugliese davanti alla difesa più Germano più l'esordiente Da Silva) con Castiglia mezza punta, dietro a Bifulco e Morra.

Si affrontano l'ultima in classifica di serie B e la terzultima di Lega Pro e si vede: dopo 22 minuti non è successo niente.

Primo sussulto al 35°: Bifulco a Morra che, solo davanti al portiere del Cuneo, sciupa. Un film già visto.

Entra Grossi al posto di Germano, infortunato.

Bella azione di Da Silva – i primi applausi del Robbiano/Piola del 2018 sono per lui – che da fuori impegna il portiere del Cuneo Bambino.

Grossi gioca centromediano, Pugliese fa la mezzala.

Cross di Mammarella, testa di Morra, palo, sulla respinta arriva Pugliese che insacca.

Finisce il primo tempo con la Pro in vantaggio.

Nella ripresa succede poco: un paio di parate del portiere del Cuneo, Bambino, la solita girandola di sostituzioni.

Poche le note positive. Jidayi, che schierato al centro della difesa denota esperienza e senso della posizione, il neo acquisto Da Silva, il giovane Della Morte.

Atzori, insomma, sta sperimentando una Pro Vercelli con il rombo, e a Castiglia ha affidato il ruolo di mezza punta.

Brutta notizia per Germano: ha problemi al ginocchio, verrà valutato nei prossimi giorni.

"Sono contento per essere tornato sul rettangolo di gioco dopo così tanto tempo. Spero che il calvario sia finito, e spero quindi di poter dare una mano ai miei compegni per la salvezza" ha dichiarato Jidayi.

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore