/ Politica

Politica | venerdì 12 gennaio 2018, 00:47

Tasse e tariffe comunali: le novità del 2018

IL SINDACO MAURA FORTE: "ABBIAMO LASCIATO QUASI UN MILIONE DI EURO NELLE TASCHE DEI VERCELLESI"

Tasse e tariffe comunali: le novità del 2018

Prime anticipazioni sul bilancio comunale 2018 e, soprattutto, su tasse, imposte e costi dei servizi. Dopo l'incontro con sindacati e associazioni di categoria, il sindaco Maura Forte e l'assessore Andrea Coppo hanno presentato parte dei documenti contabili relativi all'anno in corso. E, pur dovendo fare i conti con le riduzioni nei trasferimenti dallo Stato e dalla Regione (circa due milioni e mezzo di euro, dal 2014 a oggi), "il bilanco del Comune avrà comunque un occhio di riguardo verso le persone anziane, le famiglie e le attività commerciali di vicinato di cui l'amministrazione riconosce il ruolo sociale, soprattutto nelle zone periferiche della città", ha assicurato il sindaco.

Ecco alcune delle novità.

IRPEF Viene confermata l'esenzione dall'addizionale comunale per i redditi fino a 16mila euro, e viene abbassata allo 0,70% l'aliquota sui primi 15mila euro (oltre si continuerà a pagare l'aliquota dello 0,80%). Un provvedimento che interessa tutti i cittadini e che porterà, nelle casse comunali 850 mila euro in meno. "Lasciamo questo denaro nelle tasche dei cittadini - è il commento del sindaco e dell'assessore Coppo - in modo che abbiamo maggiore disponibilità di spesa. E' uno sforzo che il Comune fa per sostenere l'economia complessiva delle famiglie vercellesi e, in prospettiva, della città stessa".

IMU Viene confermata l'aliquota del 10,60 per mille, così come vengono confermate riduzioni e detrazioni già in atto.

TASI Viene confermata l'aliquota ordinaria dell'1 per mille

TOSAP E TASSA AFFISSIONI Restano invariate

VALORI DELLE AREE FABBRICABILI Restano invariati

TARI In attesa di conoscere le tariffe, ecco le novità relative alle esenzioni. Per le utenze domestiche, sono esonerati dall'applicazione della Tari i soggetti che fruiscono di soli redditi di pensione o assimilabili che presentano una ISEE inferiore a 9.000 euro (nel 2016 il limite era di 8.000).

Per le utenze non domestiche, si riconosce una riduzione ai titolari di esercizi commerciali e artigianali situati in zone o vie cittadine interessate da un'opera pubblica comunale che abbia precluso la circolazione veicolare o abbia comunque comportato difficoltà alla circolazione nelle seguenti misure: riduzione del 10% se la chiusura ha interessato un periodo da 30 a 60 giorni; riduzione 20% per chiusure fino a 180 giorni (oltre si applicano già le agevolazioni di legge). Al fine di incentivare l'insediamento di nuove attività esercizi commerciali al dettaglio, si riconosce l'esenzione della tassa smaltimento rifiuti per l'anno di inizio attività per i nuovi insediamenti e, si riconosce una riduzione del 50% sull'ammontare della TARI per gli esercizi alimentari di vicinato situati nelle zone periferiche della città (Isola, Cappuccini, Concordia, Canadà). E' inoltre riconosciuta una riduzione tariffaria fino a un massimo del 10% della Tari, per le utenze relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive che in via continuativa devolvono prodotti alimentari ad associazioni di volontariato, assistenziali ed altri soggetti che svolgono attività benefiche.

TARIFFE E SERVIZI SOCIALI Viene elevata la fascia di esenzione (da 8.000 a 9.000 euro) per assistenza domiciliare, telesoccorso, mensa anziani e centro diurno.

MENSA SCOLASTICA Viene introdotta una soglia di esenzione per chi ha un Isee fino a 4.000 euro; da 4.001 a 5.000 il buono pasto costerà 1 euro; per Isee da 5.001 a 20.000 euro verrà calcolata una tariffa personalizzata da 1 a 5,29 euro a seconda della situazione familiare e del numero di figli; per Isee superiori ai 20.000 euro e non residenti tariffa di 5,29 euro. (Nella tariffa personalizzata ogni figlio oltre il primo paga di meno, ma anche chi ha ISEE superiore ai 20.000 euro usufruirà di riduzioni in base al numero dei figlli iscritti).

ATRE TARIFFE Asilo Nido, Centro estivo, servizio di pre-post scuola e trasporto scolastico restano invariate.

 

fr

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore