/ Politica

Politica | mercoledì 06 dicembre 2017, 07:21

Polemica rovente per il taglio delle piante di viale Po

IL MOVIMENTO 5 STELLE "NON SI E' MAI VISTO UN SINDACO DENUNCIARE I CITTADINI CHE HANNO FIRMATO UNA PETIZIONE. COSA SUCCEDE A CRESCENTINO?"

Riceviamo e pubblichiamo.

Il gruppo del Movimento 5 Stelle crescentinese non intende lasciar passare nel nulla le parole proferite dal primo cittadino all'ultimo consiglio comunale. La questione tecnica del taglio degli alberi di viale Po in questo caso si è vistosamente spostata verso un clima cupo degno delle peggiori pagine della politica del nostro paese. Con un’amministrazione che arriva ad affermare addirittura di voler interessare la Procura contro i cittadini per una raccolta firme pacifica e legittima.

Come M5S ci schieriamo con i cittadini attivi per l'ambiente che vogliono opporsi al taglio degli alberi di viale Po a fronte di un progetto di riqualificazione stranamente non ancora presente. L'unica certezza è la volontà del sindaco Greppi di tagliare gli alberi. Ora, si può essere o meno d'accordo su un progetto. Discuterne serenamente è infatti parte della democrazia e di quella forma di civiltà che evidentemente non è nota agli amministratori comunali responsabili di un simile atto di prepotenza. Proferire parole come quelle ascoltate nell'ultimo consiglio dove si schedano i firmatari di una libera raccolta firme è un atto gravissimo. All'interno del nostro gruppo possediamo tutte le competenze necessarie ad affermare il contrario di quanto si vuol far passare come la giustificazione inoppugnabile al taglio degli alberi ovvero che le piante sarebbero ammalate.

È infatti chiaro a chiunque sia transitato sotto le alberature che esse non versino in cattiva salute. Si sarebbe potuto comunque in tal caso intervenire puntualmente nella sostituzione delle fallanze ove necessario, senza dover rimuovere tutto, a fronte di un progetto di riqualificazione non ancora presentato. Potatura e sistemazione degli alberi del viale esistente sono senza dubbio la strada percorribile per il migliore risultato per la collettività.

Ci pare giusto oltre che sensato esprimere ora, e non poi, le preoccupazioni in merito al taglio perché, ovviamente, quando il progetto sarà esecutivo la giunta potrebbe raccontare a tutti la favola italiana del "Dov'erano queste persone quando se ne parlava?".

Noi ci siamo, siamo fieri di avere una visione politica che nulla ha in comune con questa o con le maggioranze del passato e in questo ci distinguiamo. Democrazia partecipativa e persone capaci di comportarsi civilmente sono quello di cui il nostro paese ha bisogno. Per fortuna la gente non dimentica e, così come avvenuto in passato per altre forze politiche del nostro paese, le persone sapranno scegliere chi è in grado di dar loro voce e considerazione. Come M5S ricordiamo che domenica 19 novembre abbiamo piantato molti nuovi arbusti nel vercellese. A Crescentino invece cosa accade?

Mirko Busto, Gian Paolo Andrissi (Movimento 5 Stelle)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore