/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | mercoledì 06 dicembre 2017, 10:02

NataLeone: un mese di eventi nel segno della cultura e della solidarietà

ECCO IL CALENDARIO DELLE INIZIATIVE NATALIZIE DEL MUSEO DI VIA VERDI E DEL MAC

Un mese di appuntamenti per vivere le feste nel segno della cultura e della solidarietà.

Torna NataLeone, il calendario di eventi natalizi che il Museo Leone dedica a bambini e adulti, proponendo un viaggio alla scoperta di misteri, curiosità e meraviglie tra storia, arte e archeologia.

Anche nel 2017, inoltre, torna la raccolta di abiti, generi alimentari e giocattoli da destinare alle famiglie che vivono situazioni di difficoltà, per fare in modo che anche i loro bambini trascorrano un Natale sereno. Da venerdì 8 dicembre, sia al Museo Leone sia al Mac, in collaborazione con i Gruppi di Volontariato Vicenziano, sarà possibile consegnare abiti per bambini (0 - 12 anni) nuovi o usati, ma comunque in buono stato, generi alimentari a lunga conservazione per l’infanzia e giocattoli, purché anch’essi in buono stato. Chi aderirà all'iniziativa solidale, recandosi nel cortile di Casa Alciati, sede del Museo Leone, e all’ingresso del Museo Archeologico in Corso Libertà 300 – via Farini 5, avrà in omaggio un ingresso gratuito. La raccolta dei giochi proseguirà fino a domenica 17 dicembre per permetterne poi la distribuzione, mentre abiti e generi alimentari saranno ritirati fino al 21 dicembre, data di chiusura dei due musei per le festività natalizie.

Gli eventi culturali di NataLeone avranno inizio domenica 10 dicembre alle ore 15 al MAC, con un primo speciale appuntamento dedicato ai più piccoli, dove bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni potranno scoprire e sperimentare, attraverso l’attività dal titolo “Saturnalia. Rivivi il Natale romano giocando al MAC”, i giochi che facevano divertire grandi e piccini nella Vercelli di duemila anni fa, quando, al tempo degli antichi romani, si festeggiavano i Saturnalia, la festività che nel mondo pagano, e quindi anche presso gli abitanti dell’antica Vercellae, caratterizzava il mese di dicembre, proprio come per noi cristiani accade oggi con il Natale.
La domenica seguente, 17 dicembre, l’appuntamento è invece alle 17.30 nel Corridoio delle Cinquecentine del Museo Leone con la prima delle due conferenze – aperitivo che quest’anno sarà tenuta dal professor Franco Cardini, figura di spicco della medievistica internazionale, grande studioso delle Crociate, saggista e soprattutto grande conoscitore dei rapporti culturali tra Oriente e Occidente che terrà una lezione dal titolo “Orientalismo: ideologia, mania, malattia”, dedicata appunto all’orientalismo, ovvero l’immagine dell’Oriente, visto come mondo sospeso tra mito e realtà, fino a diventare, con l’avvicinarsi all’età contemporanea, il luogo in cui risiede l’altro, il diverso; un’immagine creata dalla cultura europea in oltre due secoli di colonialismo. Al termine brindisi degli auguri natalizi con il risotto offerto da “Gli Aironi – Risi & co” di Lignana.

Domenica 7 gennaio, alla riapertura del Museo dopo la pausa natalizia, NataLeone avrà il suo epilogo quando alle 17.30, sempre nel Corridoio delle Cinquecentine, il Conservatore del Museo Leone Luca Brusotto e il suo vice Riccardo Rossi terranno, a due voci, un’intrigante conferenza dal titolo “L’enigma della cattedrale. Fol e Fel verso una possibile soluzione”, che tenterà di fare nuova luce su di una delle più celebri quanto misteriose opere del Museo Leone: l’antico mosaico proveniente dalla scomparsa basilica di Santa Maria Maggiore di Vercelli raffigurante una scena di duello tra un guerriero di pelle bianca e uno di pelle nera, ai lati dei quali campeggiano rispettivamente le scritte “fol” e “fel”; enigmatica scena che ormai da secoli vede cimentarsi studiosi, eruditi o semplici appassionati alla ricerca del suo vero significato e della vera identità dei duellanti: l’eterna lotta tra il bene e il male,  un richiamo alle crociate, una raffigurazione della Chanson de Roland? Al termine della conferenza, anche questa volta, piccolo aperitivo del territorio per accogliere insieme l’anno nuovo.

Per tutti gli appuntamenti, sia quelli per gli adulti sia quelli per i più piccoli, è necessaria la prenotazione ai numeri 0161.253204 (orari di ufficio) o 348.3272584 (quest’ultimo numero è obbligatorio per l’appuntamento del 7 gennaio).

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore