/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | martedì 05 dicembre 2017, 10:51

Imprese alluvionate nel 1994: in arrivo i rimborsi Inps e Inail

BOBBA: SI CHIUDE UNA VICENDA LUNGA E DOLOROSA PER MOLTE AZIENDE DEL TRINESE

“Grazie a un emendamento alla legge di Bilancio, presentato dai parlamentari del Partito Democratico e accolto in Commissione bilancio del Senato, si riesce finalmente a mettere fine a un contenzioso che dura da anni, chiarendo definitivamente che le imprese piemontesi alluvionate nel 1994 hanno diritto al rimborso di quanto versato e non dovuto a INPS ed INAIL e vengono stanziati i primi fondi necessari per la copertura finanziaria”. Con queste parole il sottosegretario al Lavoro onoevole Luigi Bobba commenta l’emendamento che rappresenta una boccata d’ossigeno per le molte aziende piemontesi, soprattutto nella zona di Alessandria, Asti e Trino, colpite dalle gravi calamità naturali degli anni passati e duramente provate dalla crisi economica.

L’emendamento pone fine ad anni di attesa e di battaglie, e dà attuazione a quanto stabilito l’anno scorso dalla Commissione Europea  che si era espressa favorevolmente sulla restituzione dei contributi.

“Per diverse imprese si tratta di somme importanti - aggiunge Bobba -  che potrebbero garantire nuovi investimenti e, in qualche caso, addirittura la ripartenza di attività che si sono dovute fermare anche per la mancanza di liquidità”.

Soddisfazione è espressa dal sindaco di Trino Alessandro Portinaro: “Sono contento che questa vicenda complessa, che riguarda da vicino diverse aziende trinesi, si stia per concludere positivamente. Dopo la decisione della Commissione Europea dell’anno scorso, giunta anche grazie alla sollecitazione dei parlamentari europei Daniele Viotti e Mercedes Bresso, Governo e Parlamento italiano hanno potuto lavorare per mettere la parola fine a questa controversia. Ringrazio davvero il sottosegretario Bobba e i diversi parlamentari piemontesi che, passo dopo passo, hanno cercato il modo giusto per dare una riposta alle imprese”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore