/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | mercoledì 08 novembre 2017, 12:44

Sant'Andrea di Valmaggiore: le crepe ora sono monitorate - fotogallery

L'AUSPICIO E' CHE LA CHIESETTA POSSA ESSERE RIAPERTA AL PUBBLICO

Riceviamo e pubblichiamo.

Da alcuni giorni, per procedere in modo corretto e monitorare nel tempo l'andamento delle crepe presenti nella chiesetta di Sant'Andrea a Valmaggiore, sono stati posizionati dei fessurimetri. Nonostante siano trascorsi pochi giorni, dall'azione di monitoraggio,
sembrerebbero evidenti dei movimenti che ne avrebbero fatto registrare spostamenti nelle spie appositamente predisposte; così da individuare, tra l'altro, il reale motivo dei quadri fessurativi presenti.
Il degrado degli intonaci e murature è peggiorato, a mio personale avviso, dall'asfaltatura che contorna il piccolo fabbricato. Il manto stradale in asfalto, la pavimentazione antistante in pietra e cemento, non permettono la traspirazione del terreno sottostante; l'umidità risale dai muri (con intonaco) e provoca efflorescenze e distacchi della malta. Anche l'aiuola presente mantiene l'umidità di risalita del terreno a contatto con i muri della chiesetta.
Sarebbe opportuno un vespaio con drenaggio perimetrale, oltre ad una buona malta traspirante, ma forse è chiedere troppo. Le fessurazioni sono sicuramente dovute a problemi strutturali, magari anche per cedimenti nel terreno o infiltrazioni nel sottosuolo (acque piovane o altro).
Di certo è che l'attenzione per una chiesetta così importante, per la nostra frazione di Valmaggiore, non verrà meno nel tempo e mi auguro che presto sia riaperta al culto.

Luigi D'Agostino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore