/ Scuola

Scuola | giovedì 12 ottobre 2017, 11:01

Il Lanino brinda ad Ana, vice campionessa regionale

"HA TENUTO ALTO L'ONORE DELL'ISTRUZIONE PROFESSIONALE VERCELLESE"

Promossa dall’Agenzia Piemonte Lavoro si è svolta nei giorni del 4 e 5 Ottobre all’interno della Job Fair Iolavoro , al Lingotto fiere di Torino, l’iniziativa “WorldSkills Piemonte”, un’ importante competizione.
In questi campionati regionali dei Mestieri, che hanno la finalità di valorizzare la formazione professionale e il perfezionamento delle abilità professionali, sono stati  messi in risalto giovani talenti provenienti da tutto il Piemonte nel corso di una sfida che ha premiato i migliori nel proprio mestiere.
I mestieri in gara hanno rappresentato una significativa e notevole parte della grande varietà di professioni esistenti nel mondo dell’artigianato, della ristorazione e del comparto sociale.
Più di 150 ragazzi degli istituti professionali piemontesi si sono infatti affrontati in dieci mestieri, con passione e entusiasmo, simulando situazioni ed eventi davanti a un pubblico numerosissimo che ha apprezzato e applaudito le performance degli sfidanti.
Per l’Istituto Professionale Lanino ha partecipato, per il corso di Operatore socio- sanitario, accompagnata dalla tutor professoressa Cinzia Donisotti, l’allieva Ana Botoc  che si è aggiudicata un meritatissimo secondo posto, sbaragliando la concorrenza costituita da allievi provenienti da altri istituti professionali piemontesi.
“Ana è stata bravissima - conferma la sua tutor - e ha affrontato le prove  evidenziando competenze più che notevoli".
La formula della competizione prevede che i partecipanti portino a termine una o più attività in un tempo prestabilito. Al termine dei lavori, una giuria di esperti ha avuto l’arduo compito di effettuare la valutazione conclusiva e di comunicare il vincitore  durante la serata finale.
L'attività dell'operatrice socioassistenziale si rivolge principalmente a gruppi di utenti ben precisi: le persone anziane in stato di bisogno che vivono da sole, in famiglia o in strutture specifiche, le persone con disabilità e le persone con problematiche di vario genere.
Ana ha simulato l’assistenza a un soggetto con SLA, a una signora con problematiche di Alzheimer e a una paziente  diabetica .
Si è trattato insomma di fornire un'assistenza ad ampio spettro, volta ad aiutare le famiglie nella gestione di molteplici situazioni di disagio. 
In molte parti del mondo i giovani hanno difficoltà a entrare nel mondo del lavoro professionale e in molti casi perfino a trovare una qualsiasi occupazione. Nel contempo però molti datori di lavoro faticano a trovare personale in possesso di competenze necessarie e gli educatori hanno difficoltà a correlare l'istruzione con le esigenze attuali del mercato e del mondo economico.
Partecipare a questi eventi e vincere, dimostrando di avere una preparazione ottima nel proprio campo, costituisce certamente una soddisfazione personale e un‘ ipoteca direi ragguardevole per il proprio futuro lavorativo ed  è anche un vanto poter affermare che il corso dell’Istituto Lanino fornisca delle competenze più che valide per l’inserimento nel mondo del lavoro sociale e sanitario.
Grazie Ana per aver dimostrato che l’Istruzione professionale di Vercelli è come sempre ai massimi livelli.

La redazione dell'Ipc Lanino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore