/ Cronaca

Cronaca | giovedì 05 ottobre 2017, 14:19

Fermate 17 "lucciole" dirette alle strade del vercellese - IL VIDEO DELLA POLIZIA

UNA CINQUANTINA TRA AGENTI E CARABINIERI HANNO PASSATO AL SETACCIO TRENI E STAZIONE DI VERCELLI. CONTROLLI ANTI PROSTITUZIONE E CONTRO I COMPORTAMENTI MOLESTI DI ALCUNI VIAGGIATORI

Dopo Santhià, è toccato alla stazione di Vercelli essere teatro dei controlli a tappeto effettuati dalla Polizia su treni e passeggeri.

Dalle 6 di mercoledì 4 ottobre un articolato servizio di ordine e sicurezza pubblica ha interessato lo scalo ferroviario di Vercelli: diretto da un funzionario di polizia, ha visto la partecipazione degli agenti della Questura di Vercelli - con l’apporto determinante dell’Ufficio Immigrazione, della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica – del Reparto Prevenzione Crimine “Piemonte” di Torino, della Polfer di Vercelli, Santhià e Torino, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Vercelli.

Circa una cinquantina gli agenti coinvolti: hanno fermato nei pressi della Stazione di Vercelli 16 cittadine nigeriane e 1 del Ruanda che - scese alla stazione di Vercelli, perché prive del titolo per viaggiare sul treno - erano probabilmente in procinto di dirigersi sulle strade delle province di Vercelli, Novara, Torino e Milano, perché obbligate a prostituirsi. Due straniere, una della Nigeria e una del Ruanda, irregolari sul territorio nazionale, sono state espulse con accompagnamento da parte della Polizia di Stato al Centro Rimpatri di Ponte Galeria (Roma). Le altre sono state allontanate dal territorio vercellese.

Nella stessa giornata è stato anche effettuato un servizio di controllo mirato su veicoli e persone gravitanti nell’area della stazione con altre 36 persone e 24 veicoli controllati, più un pattugliamento in zona Via Trino, corso Marcello Prestinari e aree limitrofe.

A far partire i controlli le segnalazioni di pendolari e amministratori locali legate l ripetersi di comportamenti molesti o illegittimi di alcuni viaggiatori che, sulla tratta Milano-Torino, hanno creato problemi a bordo dei treni. Problemi segnalati in sede di Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica, lo scorso 12 settembre, quando il Prefetto di Vercelli, avendo ricevuto esposti, ha impartito le opportune direttive per lo svolgimento dei controlli mirato a Santhià e Vercelli, i due snodi principali del traffico ferroviario nel vercellese.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore