/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | lunedì 14 agosto 2017, 03:07

Poste Italiane assume portalettere a tempo determinato

NELL'ELENCO ANCHE VERCELLI (E CITTA' DEL PIEMONTE) - MA ATTENZIONE: LE DOMANDE ENTRO IL 28 AGOSTO

Poste italiane assume portalettere a tempo determinato (con stipendi di 1100 euro), ma attenzione: la domanda va inviata entro il 28 agosto 2017. Per informazioni vedere il sito ufficiale dell’azienda nella sezione "LAVORA CON NOI".


Le sedi interessate alle assunzioni sono:

Piemonte – Torino
Piemonte – Vercelli
Piemonte – Novara

Piemonte – Cuneo
Piemonte – Asti
Piemonte – Alessandria
Valle d’Aosta – Valle d’Aosta
Liguria – Imperia
Liguria – Savona
Liguria – Genova
Liguria – La Spezia
Lombardia – Varese
Lombardia – Como
Lombardia – Sondrio
Lombardia – Milano
Lombardia – Bergamo
Lombardia – Brescia
Lombardia – Pavia
Lombardia – Cremona
Lombardia – Mantova
Trentino Alto Adige – Bolzano
Trentino Alto Adige – Trento
Veneto – Verona
Veneto – Vicenza
Veneto – Belluno
Veneto – Treviso
Veneto – Venezia
Veneto – Padova
Veneto – Rovigo
Friuli Venezia Giulia – Udine
Friuli Venezia Giulia – Gorizia
Friuli Venezia Giulia – Trieste
Emilia Romagna – Piacenza
Emilia Romagna – Parma
Emilia Romagna – Reggio nell’Emilia
Emilia Romagna – Modena
Emilia Romagna – Bologna
Emilia Romagna – Ferrara
Emilia Romagna – Ravenna
Emilia Romagna – Forlì-Cesena
Marche – Pesaro e Urbino
Marche – Ancona
Marche – Macerata
Marche – Ascoli Piceno
Friuli Venezia Giulia – Pordenone
Piemonte – Biella
Lombardia – Lecco
Lombardia – Lodi
Emilia Romagna – Rimini
Piemonte – Verbano-Cusio-Ossola
Lombardia – Monza e della Brianza
Marche – Fermo


Requisiti richiesti

– Diploma di scuola media superiore con votazione minima 70/100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110;
Non saranno prese in considerazione candidature prive del voto del titolo di studio

– Patente di guida in corso di validità per la guida del moto-mezzo aziendale;

– Idoneità generica al lavoro che, in caso di assunzione, dovrà essere documentata dal certificato medico rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria ASL di appartenenza).


redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore