/ Cronaca

Cronaca | lunedì 17 luglio 2017, 16:04

La lite tra vicini finisce a sprangate

FERITO ANCHE UN CARABINIERE INTERVENUTO PER SEDARE LA RISSA. UN UOMO E' POI STATO ARRESTATO

Finisce a sprangate - e con un arresto - la lite tra condomini.

Teatro dell'episodio violento è Trino, dove i carabinieri della stazione cittadina hanno arrestato I.R., 29enne rumeno residente in Trino, gravato da pregiudizi penali per reati contro la persona, con l'accusa di violenza e lesioni personali aggravate a pubblico ufficiale, nonché di lesioni personali aggravate in danno di un 33enne, pure residente in Trino.

A mettere in moto le forze dell'ordine è stata una richiesta telefonica pervenuta al 112, per una lite tra condomini. Giunti sul posto, i carabinieri si prodigavano per sedare la lite scaturita per futili motivi tra il 33enne C.M. ed il 36enne D.I., di origine serba.

Mentre i militari cercavano di dividere i due e di riportarli alla calma, improvvisamente sopraggiungeva alle loro spalle il 29enne rumeno I.R. che, brandendo un’asta di metallo, colpiva il 33enne alla testa e quindi impattava di striscio contro lo zigomo di uno dei militari operanti.

Sia il 33enne che il militare, visitati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Casale Monferrato, riportavano lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Il 29enne aggressore, che nel frattempo si era allontanato, è stato subito dopo raggiunto e arrestato dai militari del Radiomobile al pronto soccorso dell’ospedale di Vercelli da dove è stato poi portato alla stazione carabinieri di Trino per i successivi adempimenti di rito.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, informata dalla stazione di Trino, l'arrestato è poi stato messo in regime di detenzione domiciliare.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore