/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 19 giugno 2017, 10:49

Omicidio di Erika: si aggrava la posizione del fidanzato

SECONDO LE FORZE DELL'ORDINE NELLA VILLETTA DEL DELITTO NON CI SONO SEGNI DI EFFRAZIONE. IL COMMESSO BIELLESE RESTA L'UNICO INDAGATO

Erika Preti e Dimitri Ficano

Si trova ricoverato nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Olbia Dimitri Fricano, il fidanzato di Erika Preti, accoltellata a morte domenica scorsa in una villetta di San Teodoro in Sardegna. Il commesso biellese, indagato per l'omicidio della ragazza, continua a confermare la versione di quanto accaduto quella mattina, spiegando agli inquirenti che entrambi furono vittime di un'aggressione per rapina da parte di uno sconosciuto.

I militari guidati dal tenente Andrea Leacche, insieme ai colleghi del Reparto di investigazioni scientifiche, negli ultimi giorni hanno eseguito un nuovo sopralluogo sulla scena del delitto. E per l'ennesima volta hanno accertato che all'interno della villetta non risulta essere stato rubato nulla. Fricano, in un primo momento, aveva dichiarato che dall'abitazione erano spariti il suo Rolex e 500 euro in contanti. Gli inquirenti non hanno dubbi: non risulta alcun segno di effrazione o di ingresso violento dal portone di ingresso o da qualche finestra.

dal nostro corripondente a Biella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore