/ Politica

Politica | giovedì 20 aprile 2017, 15:17

Da 700 a 7000 euro al mese: online gli elenchi dei beneficiari dei vitalizi regionali

SONO 192 GLI EX CONSIGLIERI (O I LORO EREDI) CHE PERCEPISCONO UNA "PENSIONE". 50 HANNO CHIESTO LA RESTITUZIONE DEI CONTRIBUTI VERSATI E UNO SOLO HA RINUNCIATO A ENTRAMBI: SI TRATTA DI DAVIDE BONO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

La battaglia del Movimento 5 Stelle per la pubblicazione sul sito della Regione degli elenchi di ex consiglieri ed ex assessori regionali beneficiati di vitalizi si è conclusa.

Sul sito del consiglio regionale (bisogna cercare un po' per la verità, ma alla fine si trova), sono stati pubblicati gli elenchi dei beneficiari dei vitalizi e dei relativi importi (CLICCA QUI PER LEGGERE). Si tratta di 192 persone in tutto, tra ex consiglieri e loro eredi aventi diritto, che percepiscono somme mensili per importi compresi tra i 700 e i 7000 euro.

Nel medesimo settore dell'amministrazione trasparente si trova anche l'elenco, con i relativi importi, di quanti, al termine della IX legislatura, hanno chiesto la restituzione dei contibuti versati ai fini dell'assegno vitalizio (CLICCA QUI PER LEGGERE). In questo caso si tratta di 50 persone e gli importi, ovviamente, variano in modo considerevole in base al numero di legislature effettuate.

Solo uno il nome inserito nel terzo elenco (CLICCA QUI PER LEGGERE), quello relativo ai consiglieri che hanno rinunciato sia al vitalizio che alla restituzione dei contributi. Si tratta di Davide Bono, ex-capogruppo del Movimento Cinque Stelle ed ora consigliere regionale: 81.537 gli euro che non sono usciti dalle casse della Regione.

"Certo, la vera soluzione non è la pubblicazione di chi percepisce i vitalizi, ma la loro abolizione retroattiva, come da noi già richiesto più volte con proposte, bocciato dal Pd - si legge in una nota del Movimento 5 Stelle -. Un odioso privilegio retributivo percepito dopo soli 5 anni di lavoro in Regione, mentre i comuni cittadini prendono una pensione contributiva dopo 40 anni".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore