/ Sport

Sport | sabato 31 dicembre 2016, 00:17

"Una Pro determinata e vincente: questi tre punti fanno bene al morale"

MISTER LONGO MOLTO SODDISFATTO PER IL SUCCESSO CON IL FROSINONE: ADESSO E' TEMPO DI CALCIO MERCATO, CON EBAGUA DATO QUASI CERTAMENTE IN PARTENZA

E' un Moreno Longo comprensibilmente molto soddisfatto, quello che si presenta di fronte a microfoni e taccuini nell'ultima uscita dell'anno solare della Pro Vercelli. E che... uscita!

La sua squadra ha regolato con un secco 2-0 un Frosinone presentatosi al "Robbiano-Piola" col biglietto da visita di capolista: "Il successo di questa sera è stato fondamentale. Non solo per i punti in classifica, ma perché l'abbiamo preparato con tanto impegno e meticolosità. E' fantastico vedere che i risultati arrivino e che l'abnegazione venga ripagata. Fa bene al morale, fa bene a una squadra che ha bisogno di vivere certi momenti".

Ora la palla, che scotta, passa nelle mani del direttore sportivo Massimo Varini, che quasi sicuramente vaglierà la posizione di Osarimen Ebagua, che fin qui - con un solo gol all'attivo - ha decisamente deluso le aspettative. Ma poco importa, se in campo scende un Andrea La Mantia in condizioni strepitosi: "Il ragazzo ha fame - ha spiegato Longo - tiene molto ad imporsi nel campionato di Serie B dopo averlo fatto in Lega Pro. Mi sono un po' arrabbiato con lui perché sull'1-0 non ha passato un pallone che sarebbe stato d'oro a Claudio Morra, ma subito dopo si è rifatto con il colpo di testa che ci ha regalato il raddoppio".

Un Provedel ancora una volta super e tanto cuore, hanno fatto il resto. Ora, i bianchi, hanno la possibilità di passare un capodanno sereno e di staccare la spina, in vista di un altro campionato, che fa rima con girone di ritorno: "Abbiamo svoltato a quota 24 punti, fuori dalla zona playout. Esattamente in linea ai propositi e agli obiettivi di inizio stagione. Certo, si può sempre migliorare, ma a partire dal match contro la Spal, abbiamo dato continuità di prestazione. E questo è un aspetto decisamente importante. E' quasi un peccato doversi interrompere. Ma va benissimo così".

Stefano Fonsato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore