/ Politica

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Politica | sabato 31 dicembre 2016, 11:49

Ordinanza anti botti per la notte di Capodanno

PREVISTI CONTROLLI SOPRATTUTTO IN CENTRO E INDIVIDUATE QUATTRO ZONE IN CUI E' POSSIBILE FAR SCOPPIARE PETARDI E FUOCHI DI ARTIFICIO

Petardi, botti e fuochi vietati nella notte di San Silvestro. 

Il sindaco Maura Forte ha rinnovato l'ordinanza che viene emessa da anni, ma che sempre si rivela molto difficile dal far rispettare. Eppure l'obiettivo dell'atto è decisamente condivisibile e vicino alla sensibilità di molte persone. Oltre agli ovvi motivi di sicurezza e incolumità pubblica, l'ordinanza mira a tutelare la tranquillità degli animali.

Cani e gatti, infatti, oltre a essere disturbati dal rumore di botti e petardi, possono avere reazioni particolari: scappare, perdere il senso di orientamento, agitarsi. Stessa cosa anche per la fauna selvatica che vive nel contesto urbano.

Quest'anno, comunque, complice anche la festa in piazza, ci sarà una pattuglia della Polizia municipale a controllare e, nel caso, reprimere comportamenti inadeguati:le sanzioni riservate ai trasgressori variano da 25 a 250 euro.

 

Chi proprio non può rinunciare a salutare il 2017 con botti e patardi può farlo nel parcheggio del Carrefour o dell'area industriale, al parco divertimenti di corso Bormida e in zone periferiche lontane almeno 100 metri dalla case e dal centro abitato.

Anche in molti centri della provincia sono stati adottati provvedimenti analoghi: nei centri più piccoli, in realtà, si tratta più che altro di un invito al rispetto verso tutti (animali compresi): molti Comuni, infatti, non hanno un vigile urbano che potrebbe intervenire per far rispettare un'eventuale ordinanza.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore