/ Cronaca

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | sabato 31 dicembre 2016, 15:27

Arrestati in stazione con la scorta di droga da rivendere nel week end

DUE GIOVANI SEGNALATI DAI VIAGGIATORI PERCHE' IMBRATTAVANO I SEDILI. MA DOPO LA PERQUISIZIONE SONO SCATTATE LA MANETTE

E' stato il giudice Giovanni Campese, del tribunale di Vercelli, a convalidare il fermo per due giovani biellesi, N.L. di 29 anni e C.N. di 22, già noti alle forze dell'ordine. I due ventenni, entrambi residenti in città, sono stati arrestati alla stazione ferroviaria di Santhià già mercoledì, 28 dicembre. Erano appena scesi dal treno Torino-Milano, provenienti dal capoluogo piemontese dove avevano fatto il pieno di hashish, quasi sicuramente per rivenderlo nel fine settimana di Capodanno.

All'interno del vagone sul quale stavano viaggiando, poco prima di raggiungere lo scalo di Santhià, dove avrebbero dovuto prendere la coincidenza per Biella, i due giovani sono stati segnalati da alcuni passeggeri al capotreno perché intenti ad imbrattare sedili e pareti con i loro pennarelli. Alla fermata del treno sono stati presi in consegna dai militari dell'Arma e accompagnati in caserma. Durante la perquisizione dei loro zaini ed effetti personali sono stati rinvenuti 46 ovuli di hashish.

Sono ancora in corso le indagini dei carabinieri per risalire allo spacciatore di Torino che ha venduto ai due biellesi circa mezzo chilo di stupefacente. Un quantitativo ragguardevole, che avrebbe potuto fruttare un bel gruzzoletto.

da NewsBiella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore