/ Sport

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport | venerdì 30 dicembre 2016, 01:02

Col Frosinone: Tanti acciaccati, ma Longo non vuole alibi

SI PENSA AL MERCATO: MANCANO UN BOMBER, UN FANTASISTA, UN REGISTA

Moreno Longo

"Scenderemo in campo con la leggerezza d'animo di chi non ha nulla da perdere. Perché sarà questa la nostra condizione contro la capolista, neoretrocessa dalla Serie A. E penso che, tutto sommato, questo sia un fattore positivo". La butta sulla psicologia (inversa?), Moreno Longo, alla conferenza di vigilia del match casalingo contro il Frosinone: "Si tratta di una squadra che ha una ricchezza tale in rosa, da potersi permette di cambiare volto tattico continuamente. Noi abbiamo più di qualche defezione: anzitutto non saranno della partita gli squalificati Luca Castiglia e Mattia Mustacchio. Sono tanti anche i giocatori non al meglio: Budel ha avuto l'influenza per tutta la settimana, Ebagua e Sprocati sono acciaccati. Ma non voglio sentire parlare di alibi: contro il Frosinone, peraltro molto ben allenato da Marino, dobbiamo scendere in campo col medesimo atteggiamento mostrato contro Spal e Brescia. I risultati finali sono stati diversi, ma abbiamo dato certamente continuità di prestazione".

C'è anche chi rientrerà. Il riferimento va al centrocampista Daniele Altobelli, grande ex di turno e protagonista della cavalcata in Serie A dei ciociari di due anni fa: "Ora Mattia è al meglio e ne siamo lieti. Certamente partirà titolare. Probabile che venga riconfermato il 4-4-2: davanti a Provedel, il quartetto difensivo composto sarà presumibilmente composto da Berra, Bani, Legati e Luperto. A centrocampo Palazzi e Altobelli, insieme agli esterni Emmanuello (o Germano)e Mammarella. Là davanti, il tandem "obbligato" La Mantia-Morra.

E radio mercato ha già cominciato a gracchiare? Sembra che, con le valigie in mano, ci sia Osarimen Ebagua: ha deluso, con un solo gol all'attivo? "Nel calcio non si può mai dire, ma è chiaro che ci aspettavamo qualcosa di più, In generale questa squadra ha bisogno di tre innesti di un certo livello: per saltare l'uomo, costruire il gioco e estrarre il coniglio dal cilindro in zona gol. E' questo che serve, in Serie B".

Stefano Fonsato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore