/ Cronaca

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 29 dicembre 2016, 19:50

Vandali ad Alice Castello: nel mirino il presepe gigante

ALCUNE DELLE STATUE DI POLISTIROLO REALIZZATE DAI VOLONTARI SONO STATE UTILIZZATE COME TIRO A SEGNO E DANNEGGIATE

Una delle statue rovinate

Qualcuno lavora gratuitamente per rendere più bello e accogliente il proprio paese; qualcun altro distrugge, rompe, imbratta. 

E' una lotta improba quella contro i vandali. Ne sanno qualcosa i volontari alicesi che hanno realizzato il presepe gigante con le sagome di polistirolo e che, subito dopo Natale, hanno trovato alcuni dei personaggi sfigurati e rotti. Approfittando della notte, qualcuno ha staccato la testa di una pecorella, sfigurato un pastore e il postino.  

«Non sono state pensate come sagome del tiro a segno - hanno commentato sui social media i volontari che avevano allestito il presepe -. Probabilmente queste persone poco intelligenti non sanno che dietro a ogni sagoma attaccata per il paese ci stanno ore di lavoro volontario».

A luglio gli autori delle scritte oscene con cui era stata imbrattata la chiesetta della Confraternita erano stati individuati: chissà se anche questa volta le telecamere aiuteranno a fare un piccolo miracolo?

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore