/ Sport

Sport | sabato 17 dicembre 2016, 07:35

"Contro la Spal voglio una Pro compatta e aggressiva"

MISTER MORENO LONGO PRESENTA IL MATCH DI OGGI POMERIGGIO AL PIOLA: "DOBBIAMO INVERTIRE LA TENDENZA"

"Abbiamo la convinzione di poter vincere, contro la Spal. Ci siamo preparati bene, l'umore è buono, il carattere è quello giusto, così come la nostra concentrazione, visto che siamo perfettamente consci della delicatezza del momento. Poi, però, bisogna lasciare le parole negli spogliatoi e dare concretezza ai fatti sul campo".

Asciutto e dritto al punto, il pensiero di Moreno Longo, che alla vigilia della sfida contro la Spal - matricola terribile di questo campionato, di cui è seconda forza a quota 32 punti, alla pari di Benevento e Frosinone (impegnato questa sera nell'anticipo di Trapani) - traccia la strada verso quella che, necessariamente, deve essere la partita della svolta: "Domani è importantissimo vincere - ha detto il tecnico in conferenza - per dare un segnale ed invertire l'attuale trend. Dobbiamo scendere in campo giocando col cuore, con la passione e con un carattere forte. Ma non sono le uniche peculiarità che la sfida di domani richiederà: serve una gara lucida e, anche, attenta tatticamente. Dovremo essere bravi a trovare il giusto equilibrio tra le questioni tattiche e quelle caratteriali, insomma".

Non solo: "La Spal è un brutto cliente, in questo senso. Stanno vivendo un momento magico perché, fondamentalmente, partono da un gruppo di qualità e, soprattutto, consolidato dalla vittoria del girone B di Lega Pro. Solitamente le neopromosse in Serie B fanno bene, specialmente adesso in cui, vincere la terza serie è diventata un'autentica impresa".

E per quanto riguarda il modulo? "Non credo sia quello il nocciolo della questione: vero, con il 3-5-2 abbiamo acquisito maggior copertura là dietro perdendo più di qualcosa nella fase offensiva. Ma tutto ciò, in momenti come questo, non conta: dobbiamo essere compatti e aggressivi... E' una questione di atteggiamento, che dev'essere quello giusto. Tutto il resto verrà da sé, ne sono convinto".

Stefano Fonsato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore