/ Attualità

Attualità | mercoledì 19 ottobre 2016, 08:48

Soppressione dei Frecciabianca e carrozze chiuse: la parola ai pendolari

IL COMITATO VERCELLESE: DA NOVEMBRE ALTRI PASSEGGERI DOVRANNO UTILIZZARE I REGIONALI VELOCI CHE HANNO GIA' UN MARE PROBLEMI. ABBIAMO PROPOSTO SOLUZIONI ALMENO PER RIAPRIRE LE CARROZZE CHIUSE, MA FINORA NESSUNO CI HA ASCOLTATO

Riceviamo e pubblichiamo.

A settembre 2016 è iniziata la soppressione dei treni Frecciabianca sulla Trasversale Padana. Questa scelta di mercato da parte di Trenitalia, rappresenta un enorme danno per le città di Vercelli, Novara e per tutti i pendolari che quotidianamente utilizzano questa categoria di treni.

Il Responsabile della Divisione Passeggeri Long Haul di Trenitalia, da noi interpellato in agosto, ha dichiarato che almeno fino al cambio orario di dicembre 2016, sarebbero stati mantenuti nel perimetro Frecciabianca i collegamenti a maggiore valenza pendolare per le stazioni di Vercelli e Novara.

Nonostante tale dichiarazione siamo venuti a conoscenza che dal 7 novembre verrà cancellato dagli orari il treno 9707 delle 6:29. Al momento non abbiamo notizie sulla sostituzione dei treni Frecciabianca con treni di altra categoria.

Questa decisione costringerà tutti i pendolari che al momento utilizzano i treni Frecciabianca ad usufruire dei Regionali Veloci che già viaggiano al limite della portata negli orari di punta e quasi sistematicamente con tre carrozze per convoglio chiuse causa mancanza di personale viaggiante.

In merito alla chiusura delle carrozze nelle fasce 6 - 9 / 18 - 21 era stato contattato ad inizio 2016 il Direttore della Regione Piemonte di Trenitalia il quale ci aveva informato che erano in atto delle assunzioni per ovviare al problema che però, a tutt’oggi non risulta ancora risolto. La nostra proposta era stata di organizzare i turni del personale viaggiante che consentissero la presenza di due capotreno almeno negli orari di picco eventualmente riducendo il numero di carrozze aperte solo al di fuori della fasce pendolari.

Il 21 novembre ci sarà un incontro tra la Regione ed i vertici Trenitalia per discutere delle varie problematiche ed eventuali azioni correttive da intraprendere.

E’ auspicabile che Trenitalia prenda in seria considerazione i disagi causati all’utenza e si presenti all’ incontro con una soluzione alternativa alla soppressione dei Frecciabianca ed un idoneo piano di adeguamento dell’offerta che possa garantire il trasporto delle migliaia di pendolari che ogni giorno raggiungono Milano e Torino. Chiediamo anche soluzioni definitive e non solo proposte riguardo al problema delle carrozze chiuse.

Ci aspettiamo altresì che la Regione faccia tutto quanto è in suo potere affinché venga garantita a tutti i pendolari un’adeguata risposta ai continui disagi e che venga fatto presente a Trenitalia che la scelta di non rimpiazzare i FrecciaBianca è un danno non solo per i pendolari, ma anche per i territori di Vercelli e Novara che verrebbero in questo modo scollegati dal nord est.

Mauro Daglia, Walter Collina, Nicola Balzaretti (Comitato Pendolari Vercelli)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore