/ Sport

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport | lunedì 11 gennaio 2016, 19:38

I Rices perdono l’imbattibilità: prima sconfitta a Ghemme

ANCORA PRIMI IN CLASSIFICA, I VERCELLESI CON QUESTA SCONFITTA POSSONO RIFLETTERE PER RIPARTIRE

Pesante sconfitta (finale 78-60 per i padroni di casa) nella prima partita del girone di ritorno. Ghemme (a parte il primo quarto) è stata sempre in controllo e ha meritato la vittoria finale.

Partenza decisa di Ghemme (che ritrova dopo alcune partite il forte ucraino Vintonyak e il neo acquisto Merlo) che si porta sull'11 a 6. Ma Gaddo, Manitta e Cornaglia rispondono subito e grazie anche ad un giro di palla più veloce e ad una difesa decente il primo quarto si chiude con un parziale di 20 a 7 per i Rices (28 a 16 finale primo quarto).

Questa chiusura di tempo invece di galvanizzare i bicciolani li siede e Ghemme man mano prende fiducia per non perderla più fino alla fine della partita. Dalla panchina di Ghemme arriva più di un contributo decisivo fino alla chiusura sul 43 a 36 per i padroni di casa (contro parziale di 25 a 10).


Ci si aspetta una reazione ad inizio ripresa (anche per cercare di limitare lo svantaggio ricordando il +18 della gara di andata) ma invece il canovaccio della partita non cambia con Vintonyak sugli scudi (10 su 12 dal campo alla fine) e finale di terzo quarto sul 56 a 44 per Ghemme.


Quarto quarto in cui i giovani Pirosa e Giordano danno qualche segnale di vita ma troppo poco per poter reggere alla marea novarese che chiude sul +18 (stesso divario dell'andata) che ora porta in parità negli scontri diretti le due squadre in una eventuale arrivo a pari punti a fine campionato (in questo caso conterà il quoziente canestri).


La sconfitta deve far riflettere molto l'intera squadra che in questo periodo si era un pò "seduta" sulla scia delle belle vittorie del 2015. Ora si deve fare un bel bagno di umiltà e lavorare affinchè tutti i componenti della squadra diano un contributo decisivo (come avvenuto fino ad ora) perchè in campionati come questi sono la continuità di ritmo nella singola partita a determinare il risultato finale.


Tabellino: Pirosa 5, Giordano 6, Martinetti 9, Motti, Tamarindo, Delvino, Cornaglia 14, Caccianotti n.e., Reiser n.e, Akponine n.e, Gaddo 15 e Manitta.

Redazione (a.b.)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore